Il coniglio è in sovrappeso o obeso? Ecco cosa fare

Una cosa è certa: un animale obeso, così come qualunque essere umano nelle stesse condizioni, è soggetto a numerose altre affezioni che trovano nell’obesità terreno fertile per prendere il sopravvento.

A cura di: Dott. Cristiano Papeschi

coniglio sovrappeso

Il coniglio in sovrappeso o obeso è predisposto a numerosi rischi, primo fra tutti la minore tolleranza all’esercizio fisico e, di conseguenza, la maggiore sedentarietà. Poi i problemi cardio-circolatori, cui una maggiore massa corporea e un aumento del grasso di deposito conducono molto rapidamente.

Insomma, l’obesità è una vera e propria patologia che può e deve essere curata, tanto nell’uomo quanto negli animali.

Un coniglio cicciotello è più facilmente soggetto all’insorgenza di lesioni podali

Anche i reni e l’apparato urinario non sono del tutto estranei alle conseguenze dell’obesità e, come se non bastasse, i conigli troppo “cicciottelli” sono anche più facilmente soggetti all’insorgenza di lesioni podali (pododermatite).

In caso di intervento chirurgico o procedure diagnostiche, gli animali grassi sono maggiormente a rischio anestesiologico rispetto a quelli magri e soggetti allo sviluppo di lipidosi epatica in caso di digiuno.

E per le femmine? Ecco un bel problema anche per loro: in caso di sovrappeso sono più frequenti sia i fenomeni di distocia (problemi al parto) che di tossiemia gravidica.

Coniglio sovrappeso o obeso, cosa fare

A parole, la soluzione sarebbe semplice: dimagrire!

Assolutamente da evitare il digiuno, poiché il coniglio non può sopportarlo, ma è comunque necessario cambiare regime alimentare, sempre con gradualità.

Iniziamo con il togliere (sempre gradualmente) tutti gli alimenti inadeguati (ad es. carboidrati, mangimi con cereali e semi, snack) o quelli superflui (ad es. frutta e mangime pellettato) e cerchiamo di spingere l’animale verso una dieta corretta fatta di fieno (possibilmente con poche leguminose… meglio evitare l’erba medica!) ed erba proveniente da prato polifita nonché verdure.

Consultiamoci sempre con il nostro medico veterinario di fiducia, il quale dovrà anche monitorare i progressi e lo stato di salute generale: il rilievo del peso è fondamentale, poiché la perdita di peso troppo rapida non è mai una buona cosa.

Come lavare un coniglio e come asciugarlo: ecco i consigli