L’avventura di Oberon, il cane dimenticato in aereo

cane dimenticato

Valter Martinelli e Monique Burkard, una coppia di Carpineti (un paese in provincia di Reggio Emilia), avevano deciso di trascorrere una tranquilla vacanza a Lisbona in Portogallo insieme ai loro due amati cani: Oberon di quindici anni e Dodi di cinque anni.

Terminata la vacanza portoghese, si dirigono in aeroporto dove li attende il volo della compagnia Trap – direzione Bologna – per tornare a casa. Purtroppo alla coppia viene concesso di portare solo Dodi in cabina mentre Oberon viene imbarcato in stiva.

Atterrati all’aeroporto Gugliemo Marconi di Bologna, la triste e amara scoperta: del trasportino con Oberon non c’era traccia.

Tutte le valigie della coppia erano arrivate ma il cane no. Quest’ultimo, infatti, era stato dimenticato sull’aereo, da chi doveva scaricare i bagagli.

Quando la coppia emiliana protesta e presenta reclami all’ufficio dell’assistenza bagagli, l’aereo era ormai pronto per ripartire verso Lisbona, ignaro e incurante del passeggero che era ancora chiuso nella stiva.

Il giorno dopo, dopo una notte trascorsa in un hotel dell’aeroporto, la coppia torna in aeroporto in attesa che torni l’aereo da Lisbona e fortunatamente il lieto fine: dopo le lunghissime ore di attesa e l’ansia che fosse successo qualcosa di grave, hanno potuto riabbracciare il loro amato bassotto Oberon.

Fonte:Il Resto del Carlino