Il pavone e la sua sfavillante ruota di colori. Le razze principali

Esistono molte differenti razze e varianti di colore, alcune più rustiche, altre più delicate e vulnerabili con caratteristiche e temperamenti molto diversi.

0

A cura di: Dott.ssa Elena Ghelfi

pavone

Il pavone è un uccello ammirato per la bellezza dei colori della livrea in parchi e giardini zoologici: noto per la spettacolarità della sua coda, può essere tranquillamente allevato in giardino.

Esistono molte differenti razze e varianti di colore, alcune più rustiche, altre più delicate e vulnerabili con caratteristiche e temperamenti molto diversi.

Quali sono le razze di pavone?

Il Pavone comune (Pavo cristatus), noto anche come pavone blu, è un uccello appartenente alla famiglia dei fasianidi. È originario delle foreste indiane, ma venne allevato già ai tempi dei Greci e dei Romani sia per la bellezza del piumaggio sia per il consumo di carni e uova.

È un animale longevo: può raggiungere i 25 anni di età. Si adatta bene a vivere in ambienti diversi.

È un animale sedentario, grande camminatore e poco adatto al volo; in natura vive in piccoli gruppi.

In cattività si può allevare in gruppi di 1 maschio e 4 – 5 femmine con i loro pulcini.

Ama la libertà e non si adatta bene a vivere sempre in voliera. E’ un abile cacciatore di serpenti e può essere aggressivo nei confronti di altre specie domestiche (con cui può convivere ma tende sempre a competere per le risorse alimentare e i ricoveri migliori).

Ha l’abitudine di appollaiarsi sui rami alti degli alberi frondosi (soprattutto per il riposo notturno e per sfuggire ai predatori).

Si affeziona a chi lo cura e lo nutre, buona prassi è renderlo il più confidente possibile offrendogli anche qualche premio in frutta per poterlo maneggiare agevolmente in caso di cure, profilassi, recupero per il ricovero notturno…

Il maschio di pavone blu arriva a pesare da adulto 4 – 6 kg e il caratteristico strascico di penne del sopracoda (lungo anche 1,6 mt) si completa attorno al 3 anno di età.

Queste particolari penne dalla caratteristica colorazione bronzo/rame vengono aperte a ventaglio nella caratteristica ruota nel periodo degli amori o per intimorire gli avversari.

Le penne della coda vengono perse in settembre durante la muta e ripristinate in aprile.

Sulla testa il maschio presenta un ciuffo di penne azzurre, il collo è ornato di piume verdi/blu cangianti.

Le femmine sono meno appariscenti: presentano in genere piume castane,collo verde e petto più chiaro. Sprovviste di strascico, le femmine da adulte pesano 2,8- 4 kg

Le tre razze di pavoni derivate dal pavone comune

Il pavone dalle ali nere (Pavo nigripennis): il maschio presenta una colorazione più scura, petto e collo sono di un blu molto intenso e le penne delle ali sono nere con sfumature blu.

Le femmine invece sono biancastre con alcune piume verdi su collo e parte superiore del corpo.

Il pavone bianco: maschio e femmina sono completamente bianchi. Molto eleganti e spettacolari sono ospitati spesso in parchi faunistici e zoologici.

Il pavone pezzato o pavone arlecchino: presenta collo e petto blu mentre ampie zone del corpo sono bianche.

Il pavone specifero (Pavo muticus), originario dell’Indocina, Giava e Sumatra, è decisamente più grande. Si riconosce dal pavone comune per il caratteristico ciuffo occipitale decisamente più lungo (fino a 10 cm).

La colorazione prevalente è il verde; le femmine hanno un piumaggio simile a quella di maschi ma ovviamente sono prive di strascico e presentano alcune macchie brune su dorso, copritrici e piume scapolari.

Questa specie di pavoni è molto territoriale e può mostrarsi molto aggressiva nei confronti di altre specie di uccelli da cortile, verso gli estranei e i bambini.