I cani riconoscono i bugiardi. È vero? Lo conferma uno studio

Le bugie hanno le gambe corte, anzi cortissime, per i cani, che sarebbero capaci di smascherare a tempo record i bugiardi.

cani-riconoscono-i-bugiardi

I cani, secondo uno studio giapponese pubblicato su Animal Cognition, condotto dal dott. Akiko Takaoka e dal suo team all’Università di Kyoto, sarebbero capaci di riconoscere immediatamente i bugiardi.

Infatti, secondo il dott. Takoaka, i cani avrebbero un’intelligenza sociale talmente sviluppata, da riuscire a individuare il Pinocchio di turno e non cadere nel tranello. Per gli studiosi, infatti, non sarebbe assolutamente così scontato riconoscere i bugiardi e allo stesso tempo valutare la loro affidabilità.

I cani prendono le distanze dai bugiardi

Questa capacità canina non è così scontata negli esseri umani, che spesso vengono confusi dai bugiardi patologici e cadono spesso nelle loro reti manipolatorie.

Il cane, invece, essendo sensibile alle bugie, appena si accorge che il suo interlocutore è bugiardo, ne prende le distanze e tende a non fidarsi più di lui, considerandolo inaffidabile.

Del resto, la parola “bugia”, etimologicamente, è da ricondurre al termine tedesco “böse” che significa “cattivo, malvagio” e i cani, come è stato già dimostrato in altri studi, prendono sempre le distanze da chi lo è.

Il cane ascolta solo le persone di cui si fida

Lo studio ha messo in luce che i cani sarebbero capaci di comprendere bene i gesti di puntamento delle persone, e seguirebbero le loro indicazioni solo se non li hanno già etichettati come bugiardi.

I cani quindi eseguirebbero i comandi ed ascolterebbero solo le informazioni delle persone di cui si fidano.

Del resto, come era già evidente da studi passati, i cani sono dotati della capacità di discriminare, ed effettivamente è ciò che è risultato evidente anche in questo studio, infatti, pur avendo avuto una brutta esperienza con uno sperimentatore, non si sono lasciati influenzare da ciò, cioè non hanno generalizzato il loro comportamento.

Ancora una volta, i cani ci hanno dimostrato quanto siano dotati e particolarmente abili nel giudicare le persone per quelle che sono.

I cani, come è emerso dallo studio, valuterebbero quindi la persona, analizzando il comportamento dell’interlocutore ed agendo di conseguenza. In pratica si baserebbero sull’esperienza passata.

Una volta compreso che quella persona ha mentito, non la considererebbero più affidabile in quanto bugiarda e questo è un comportamento da elogiare che andrebbe quindi preso da esempio.

FONTE: LaSettimanaVeterinaria

I cani riconoscono le persone negative. È vero? Lo conferma uno studio