Coniglio e furetto in vacanza: meglio con noi oppure no?

Anche gli animali non convenzionali, come il coniglio o il furetto, sono parte integrante del problema “vacanze”.

coniglio e furetto in vacanza

Come portare coniglio e furetto in vacanza con noi? Per quel che riguarda questi piccoli mammiferi il viaggio in sé, soprattutto se l’animale non è stato precedentemente abituato, è un evento generalmente stressante.

Il furetto si adatta abbastanza bene mentre il coniglio è un po’ più critico in quanto le conseguenze dello stress prolungato e del caldo possono essere molto pericolose.

Al di là della regola dell’abituazione graduale agli spostamenti con il mezzo di trasporto scelto, è bene dotarsi di un trasportino adeguato, abbastanza piccolo da limitare l’eccessivo movimento dell’animale al suo interno, ma sufficientemente spazioso affinché questo possa sdraiarsi e allungarsi in modo da stare comodo e disperdere il calore corporeo.

Utili risultano i trasportini per gatti con apertura frontale e pareti piene, i quali simulano in qualche modo la tana e consentono all’animale di sentirsi al riparo dal mondo circostante.

È importante che il coniglio conosca già il trasportino e lo consideri un luogo sicuro: per fare ciò, più o meno come avviene per il cane o il gatto, è consigliabile lasciare per diverso tempo il contenitore aperto sul pavimento in casa affinché l’animale, esplorandolo in tranquillità, possa entrarvi e lasciare i suoi odori.

Per aiutarlo nell’abituazione si può porre al suo interno qualche premio in cibo e, nel caso di trasportini in plastica, un tappetino gommato o una copertina che lo rendano più confortevole, impedendo al coniglio di scivolare e attutendo il fastidioso rumore prodotto dalle unghie sulla sua superficie.

Durante il viaggio in macchina, soprattutto se lungo, bisognerà offrire al coniglio del cibo (fieno, pellet e verdure) nonché acqua.

Molta attenzione deve essere posta alla temperatura in quanto il coniglio è soggetto al colpo di calore, soprattutto quando all’interno dell’abitacolo si iniziano a superare i 25 °C e l’animale è agitato.

Coniglio e furetto in vacanza in aereo o nave

Nel caso di viaggio in aereo o nave è meglio che il proprietario verifichi prima della partenza che vi sia la possibilità di tenere con sé il pet all’interno del trasportino, mentre deve essere assolutamente evitata come soluzione il viaggio nella stiva o nel vano bagagli… in quel caso è opportuno scegliere per tempo un’altra compagnia.

FONTE: La Settimana Veterinaria