Scoperta maxi colonia di pinguino Adelia in Antartide

pinguino adelia

In Antartide c’è stata una scoperta eccezionale: una maxi colonia formata da 1,5 milioni di esemplari di pinguino Adelia.

LA SCOPERTA

La scoperta è avvenuta sulle Danger Islands, nell’Antartico orientale, vicino al Sudamerica.

Lo ha annunciato un team di scienziati sulla rivista Scientific Reports. La colonia è stata scoperta grazie all’aiuto anche delle immagini satellitari.

Per verificare la loro intuizione, gli studiosi (Heather Lynch dell’Unversity di Stony Brook, USA e Stéphanie Jenouvier, del Woods Hole Oceanographic Institution, insieme ad altri colleghi dell’Università di Oxford), hanno organizzato una spedizione nelle isole.

CHI È IL PINGUINO ADELIA?

Il pinguino Adelia forma grandi colonie sulle coste rocciose dell’Antartide e delle isole antartiche.

È una delle specie più piccole, nonché l’unico rappresentante del genere Pygoscelis ad avere il becco decisamente corto.

Presenta dorso, testa e gola neri e le restanti parti bianche. Il suo spiccato senso sociale altro non è che uno stratagemma per meglio affrontare la dura vita in luoghi estremi.

Nonostante l’evidente attitudine al nuoto – fondamentale per procacciarsi i crostacei e pesci di cui si nutre –, sa muoversi rapidamente anche sulla terraferma, scivolando sul ventre attraverso le distese ghiacciate.

Sul finire dell’inverno antartico si sposta verso l’entroterra per nidificare.

Le coppie restano unite tutta la vita, anche se il periodo effettivo di convivenza si limita a pochi giorni all’anno.

La femmina depone 2 uova che affida al maschio per potersi dirigere al mare a ricostituire le proprie riserve di grasso.

Al ritorno dà il cambio al consorte; dopo poco più di un mese di cova nascono pulcini ricoperti di piumino grigio con riflessi argentei.