Alga spirulina, un utile integratore naturale per gli uccelli

L’alga spirulina (Spirulina platensis) era nota già ai tempi dei Romani. Inoltre, sia le popolazioni africane che quelle precolombiane utilizzavano regolarmente queste alghe cotte e consumate in sorta di “torte” o ”pasticcio di alghe” oppure essicate e utilizzate come medicamento per combattere infezioni o debolezza.

A cura di: Dott.ssa Elena Ghelfi

alga spirulina

Il benessere e la nutrizione degli uccelli da compagnia ha compiuto progressi e integrazioni utili ed efficaci traendo spunto dalla osservazione in natura delle specie allevate, come per esempio, l’utilizzo di alcuni principi attivi fitoterapici. In questo articolo prenderò in esame l’uso dell’alga spirulina.

Cos’è l’alga spirulina?

La spirulina è un’alga unicellulare lunga circa mezzo millimetro che vive nelle acque alcaline e calde di alcuni laghi vulcanici africani e centroamericani. È un’alga ricca di clorofilla, che le dona una colorazione verde brillante, ma contiene anche policianina (è infatti classificata come alga azzurra) e carotenoidi.

Viene coltivata, essicata e utilizzata per numerose preparazioni come integratore sia in alimentazione umana sia mangimistica per le interessanti caratteristiche nutrizionali.

Piccole ma molto ricche

La spirulina è ricca in aminoacidi essenziali, lipidi (grassi mono e polinsaturi, in particolare acido gamma linolenico), zuccheri complessi, vitamine.

Particolarmente digeribile e assimilabile, la spirulina ha una percentuale di proteine che raggiunge il 65%, rendendola paragonabile (se non addirittura superiore) ad altri alimenti come uova, soia, latte o carne di manzo.

Queste piccole alghe contengono anche una cospicua percentuale di vitamine del gruppo B (in particolare B12 ), vitamina D, betacarotene (precursore della vitamina A) e vitamina E.

Quali sono i vantaggi dell’uso dell’alga spirulina?

Integrazioni nutrizionali, aminoacidi prontamente disponibili, acidi grassi essenziali, vitamine, elementi immunostimolanti, pigmenti naturali validi, regolazione della flora intestinale: sono solo alcuni dei molteplici vantaggi che rendono la spirulina molto interessante per l’allevamento di uccelli canori o psittacidi sottoposti sovente a stress (riproduzione, mostre, gare di bellezza etc) riducendo l’uso di antibiotici.

Alcuni accorgimenti

Non si deve però esagerare: la dose consigliata nell’integrazione del cibo (pastone, cous cous o semi cotti) non deve superare l’1% della dieta. 

Attenzione anche alla provenienza: se l’alga non viene coltivata nel modo corretto può facilmente inquinarsi con germi patogeni, pesticidi o altre sostanze tossiche. I prodotti devono quindi provenire da ditte serie che operano nel settore.