Home Diritti degli animali e responsabilità dei proprietari

Diritti degli animali e responsabilità dei proprietari


cane-disturba-vicinato

Cosa fare se un cane disturba la quiete del vicinato?

La presenza di animali in famiglia è, per alcuni, irrinunciabile. Ma per altri, può diventare insopportabile. Succede, ad esempio, quando un cane disturba la quiete del vicinato uggiolando o abbaiando di continuo e magari anche di notte. Cosa si può fare, in questi casi?
macellazione-rituale

Macellazione rituale, tra libertà religiosa e rispetto del benessere animale

La macellazione rituale degli animali è una pratica eseguita nel rispetto di metodi dettati da prescrizioni religiose in base alle quali gli animali devono essere abbattuti quando sono ancora coscienti, perché le carni prodotte possano essere considerate edibili da parte di chi professa le religioni ebraica ed islamica (rispettivamente, carni kosher e halal).
coda del cane

Calpesto (accidentalmente) la coda del cane e mi morde, di chi è la colpa?

Un bambino passa con la ruota della bicicletta sopra alla coda del cane, procurandogli dolore. Il cane reagisce e morde il bambino a una gamba. La proprietaria del cane viene denunciata e il Giudice di Pace la condanna per il reato di lesioni derivanti dalla omessa custodia del proprio animale (art. 672 c.p.).
danni causati dal cane

Danni causati dal cane? È responsabile il proprietario o chi lo detiene

In tema di responsabilità per i danni causati dal cane (o dagli animali in generale), la legge stabilisce una stretta relazione tra questi ultimi e il proprietario degli animali stessi o il soggetto che li detiene e ne fa uso. La responsabilità è esclusa solo se i danni si verificano per una causa esterna, eccezionale, imprevedibile e inevitabile (caso fortuito).
cane-senza-microchip

Cane senza microchip ritrovato vagante, tenerlo è un reato?

La Cassazione penale, nella sentenza 11700 del 2012, ha sancito che non è punibile come appropriazione indebita l’acquisizione di un cane ritrovato vagante e privo di segni di riconoscimento - come il microchip - idonei a riconoscerne la proprietà.
ascensore con il cane

Posso usare l’ascensore con il cane? Cosa dice la legge

E' possibile vietare che il cane (o anche un altro animale d’affezione) sia portato nelle zone comuni come giardino, atrio, scale e anche ascensore? Il codice civile sancisce espressamente il divieto di inserire nel regolamento condominiale qualsiasi norma che impedisca il possesso o la detenzione di animali domestici (quinto comma dell’art. 1138).
cane imbratta il muro

Cane imbratta il muro di un edificio: il proprietario è colpevole?

Cane che imbratta il muro di un edificio, colpevole o non colpevole? Alla Suprema Corte è stato presentato il caso del proprietario di un cane ritenuto colpevole di aver permesso al proprio animale “di orinare sulla facciata di un edificio dichiarato di notevole interesse storico architettonico”, imbrattandolo.
legge-sulla-caccia

Legge Lombarda sulla caccia: cinghiali, storni e colombi nel mirino?

Il 26 giugno 2020 in Lombardia è stata approvata la revisione della Legge regionale sulla caccia (n. 26/93) che estende la possibilità di cacciare gli ungulati in specifici periodi dell’anno e, in particolare, consente la caccia di selezione al cinghiale nell’intero anno solare.
danni-causati-da-animali-selvatici

Danni causati da animali selvatici: chi è tenuto a risponderne?

L'eventualità che gli animali selvatici, in particolare gli ungulati, causino danni a terzi, ad esempio rimanendo coinvolti in incidenti stradali, è purtroppo sempre più frequente. Ciò crea con maggiore frequenza anche i problemi in merito alla definizione delle responsabilità e dei risarcimenti, soprattutto con riferimento all’individuazione delle competenze adeguate a tal fine.
come-dimostrare-di-essere-il-proprietario-di-un-cane

Come dimostrare di essere il proprietario di un cane? Appropriazione altrui

Dimostrare di essere il proprietario di un cane può diventare un problema se l'animale finisce nelle mani di un terzo, che non intende rinunciare al possesso. L’iscrizione all’anagrafe regionale degli animali d’affezione e il pedigree possono essere considerati prove documentali della proprietà di un cane. 
x CHIUDI MESSAGGIO PUBBLICITARIO
x CHIUDI MESSAGGIO PUBBLICITARIO