Cosa bisogna fare se le uova di canarino non schiudono nel nido?

Il periodo della cova è molto delicato e va preparato con cura per favorire e massimizzare le risorse energetiche dei novelli genitori, che dovranno deporre, covare e allevare la nidiata.

A cura di: Dott.ssa Elena Ghelfi

uova di canarino non schiudono

Con l’aumento delle ore di luce, le femmine dei canarini cominciano a mostrare comportamenti che fanno presagire la disponibilità a riprodursi: rispondo a i richiami dei maschi, strappano pagliuzze o strisce di carta per prepararsi il nido.

Il maschio, d’altro canto, inizierà a corteggiarla con canti melodiosi e soprattutto a competere in gare canore con gli “intrusi” che sentirà gorgheggiare nella stanza o all’esterno.

Cosa fare se le uova di canarino non schiudono?

I canarini in genere sono uccelli che si riproducono facilmente, ma non sono rari gli insuccessi nonostante ci sia alla base una buona preparazione, una corretta costruzione del nido ed una coppia affiatata.

Le cause della mancata schiusa delle uova possono essere molteplici: uova non fecondate, inesperienza dei genitori, morte dell’embrione, inadeguata umidità, malattie batteriche o virali, anche la genetica può interferire sui buoni risultati della covata.

L’eccessiva o scarsa umidità ambientale diventa letale nell’ultimo periodo di crescita dell’embrione, il qual, arriva a termine ma non riesce ad uscire dall’uovo.

Altre volte addirittura alcuni virus o batteri uccidono i piccoli dopo la schiusa che avviene, apparentemente, regolarmente.

I killer che causano insuccessi riproduttivi sono in genere batteri quali Stafilococchi, Streptococchi, Escherichia coli o Klebsiella. Ci sono anche virus letali che non causano apparenti disturbi ai genitori ma portano alla morte i piccoli anche dopo una settimana di vita, come per esempio poliomavirus o circovirus.

Attenzione alla scelta della razza!

La scelta della coppia deve essere fatta con scrupolo: alcune razze di canarini o colorazioni non sono compatibili. Ad esempio nei canarini di razza Gloster non vanno mai accoppiati due esemplari dotati di ciuffo.

Rivolgersi a un medico veterinario esperto

Se una covata non va a buon fine, ma i genitori appaiono in buona salute, probabilmente è stato un caso.

Ma se l’incidente si ripete o le coppie coinvolte da mortalità embrionale sono numerose allora è bene rivolgersi a un medico veterinario esperto che sappia ricercare le cause e consigliare le cure più opportune.

Va sempre evitato il “fai da te” come la somministrazione casuale di farmaci, antibiotici, antifungini per non creare poi dannose resistenze e indebolire ulteriormente gli uccelli in un periodo per loro molto impegnativo.