Il tuo cane salta addosso alle persone? Ecco come comportarsi

Andiamo a vedere come bisogna comportarsi se il tuo cane salta addosso alle persone. Tra i consigli suggeriti, c'è sicuramente quello di tenere in tasca le mani e non agitarle di fronte al cane.

0
cane salta addosso alle persone

Alcuni proprietari si lamentano che il proprio cane salta addosso alle persone, sia componenti della stessa famiglia sia parenti e amici che entrano in casa se non addirittura persone sconosciute che il cane incrocia per strada. Come comportarsi a riguardo?

Il saltare addosso alle persone rientra tra i comportamenti naturali del cane (come l’abbaiare) ma che, se eccessivi o per frequenza o intensità, possono anche diventare imbarazzanti e possono disturbare le persone che vivono insieme al cane.

Cane salta addosso alle persone: ecco cosa fare

Per fermare il cane che salta addosso, non si deve “ricompensare” involontariamente l’animale dandogli il contatto che chiede.

Al contrario, bisogna guardare sopra la sua testa, senza parlare e senza agitare le mani (che idealmente vanno tenute in tasca), per poi girarsi lentamente di fianco e restare di fronte a lui e aspettare finché è meno eccitato.

Il cane aspetta una risposta. Bisogna quindi offrirgli un qualcosa di più strutturato e più calmo, che può essere ricompensato.

Chiedere al cane di sedersi

Ad esempio, si può consigliare al proprietario di piegarsi leggermente con i palmi verso l’alto e chiamare il cane con voce dolce e calma; quando quest’ultimo entra in contatto con le mani, dirgli: “Va bene!”, oppure “Bravo cane!” e poi accarezzarlo dolcemente.

È possibile chiedergli di sedersi prima di accarezzarlo, per aumentare l’aspetto educativo.

In effetti, vi è coerenza tra la richiesta (sedersi) e la ricompensa (la carezza).

Il cane viene ricompensato con il contatto che desidera e il proprietario è contento restando al contempo calmo.

In conclusione

Quindi, l’obiettivo è trovare come modificare il/i comportamento/i in questione, proponendo al cane la possibilità di agire in modo diverso grazie a una nuova motivazione.

È sempre bene rivolgersi al proprio medico veterinario di fiducia per qualsiasi dubbio o consiglio a riguardo che analizzerà la situazione insieme al proprietario.