Come mantenere attivo il tuo cane durante il lockdown?

Il cane è un animale sociale e intelligente, che ha bisogno di essere stimolato a livello mentale, tramite esercizi e giocattoli che gli permettano di preservare la sua natura e tenere in allenamento sia il cervello che il fisico. Anche durante il lockdown.

A cura di: Dott.ssa AnnaPaola Rivolta

cane lockdown

Il COVID-19, e il conseguente lockdown, ha modificato non solo le abitudini di tutti noi ma anche quelle del nostro cane, gatto e in generale dei nostri animali domestici. Qualsiasi pet owner avrà notato come quest’ultimi abbiano cambiato atteggiamento, orari, abitudini alimentari o di interazione.

Questi cambiamenti possono aver causato stress nel tuo cane, e per questo è importante trovare il modo di mantenerli attivi e a proprio agio il più possibile.

Un cane poco stimolato è un cane stressato, con problematiche comportamentali come reazioni eccessive agli stimoli normali (esempio: vocalizzazioni continue, scavare esageratamente, assenza di riposo, stato di allerta).

Se il tuo cane mostra qualcuno di questi sintomi, forse ti sta dicendo che devi cambiare qualcosa nella routine con lui!

Attività da fare con il proprio cane durante il lockdown

Anche se sei bloccato in casa, puoi comunque inventare molte attività col tuo amico a quattro zampe: giochi come i puzzle, nuovi esercizi di addestramento, che ti permetteranno anche di rinsaldare il tuo rapporto col cane.

Cosa sono i puzzle e i giochi alimentari?

Spesso i cani agiscono per ottenere un premio in alimento, per questo l’attività del puzzle legato al cibo risulta interessante per loro!

Esistono diversi tipi di puzzle, dai più semplici ai più complessi, che lo stimolano nella sua capacità di problem solving.

Oltre a questi ci sono oggetti che si possono riempire con alimenti, e tengono occupato Fido nel cercare di estrarre lo snack; bisogna incrementare gradualmente la difficoltà per non avere l’effetto opposto, di frustrazione, che porterebbe il cane ad abbandonare il gioco e a sentirsi inadeguato.

Ricorda però: gli snack che gli dai per gioco vanno conteggiati nell’ammontare calorico giornaliero, per evitare di eccedere nelle dosi e portarlo a una situazione poco salutare di sovrappeso!

Sessioni di training con Fido?

Anche l’addestramento con comandi semplici può essere un metodo di stimolazione interessante: anche qui si va per gradi, da compiti più facili a quelli più complessi, sempre mantenendo alta la sua attenzione; per questo è fondamentale fare più sessioni brevi di training, che gli permettono di non perdere la concentrazione (2-3 sessioni da 5 minuti al giorno).

È importante premiare Fido alla fine delle sessioni, qualunque sia stato il risultato, con un gioco o un piccolo snack.

Largo spazio a passeggiate all’aria aperta!

Qualora sia possibile, puoi valutare di praticare dello sport insieme all’aria aperta, per tenervi in esercizio ed aumentare il vostro grado di connessione; grazie a questo contribuirai anche a mantenerlo in forma, diminuendo l’incidenza di alcune patologie. Se invece non puoi uscire, puoi sempre ovviare con attività al chiuso.

Ricordati di modificare i giochi per tenere alta l’attenzione e non farlo cadere nella noia e nella abitudine, ma ricordati anche che un po’ di relax e spazio in autonomia sono importanti, per non generare un iper attaccamento nei tuoi confronti.

Qualora noti atteggiamenti comportamentali errati, dall’eccessivo grooming all’ansia all’aggressività, consulta il tuo medico veterinario immediatamente, per scoprire eventuali concause sottostanti o le modifiche da attuare.

Anche durante il lockdown per fortuna ci è permesso uscire a fare la passeggiata insieme: coltiva questo momento per dedicarti a Fido, cambia il percorso, lascialo annusare l’ambiente, parla con lui anziché guardare il tuo smartphone. Ne beneficerai anche tu!