Come e perché inanellare gli uccelli?

Gli anelli che si trovano sulle zampe degli uccelli canori od ornamentali servono a identificare un soggetto in modo univoco e renderne semplice l’identificazione. Ma come sono fatti questi anelli, come si mettono e quando e perché si tolgono?

A cura di: Dott.ssa Elena Ghelfi

inanellare gli uccelli Canarini

Perché si devono inanellare gli uccelli? Gli anelli che si trovano sulle zampe degli uccelli canori od ornamentali servono a identificare un soggetto in modo univoco e renderne semplice l’identificazione.

Talvolta sono resi obbligatori a fini legali e bossono essere di vario tipo.

Come sono fatti gli anelli da inanellamento per gli uccelli?

Alcuni di questi anelli possono essere rimossi facilmente, altri richiedono speciali pinze per essere tolti.

L’anello posto alla zampa necessariamente deve essere di diametro adeguato.

inanellare gli uccelli pappagallo

 

Non deve essere troppo stretto per evitare gravi lesioni (edema, ischemia, fino alla necrosi dell’estremità), ma neanche troppo largo col rischio che l’uccello lo perda.

Sull’anello (in genere in metallo) viene annotato l’anno di nascita, la sigla dell’allevatore, l’associazione alla quale fa riferimento e un numero di serie.

Questa identificazione è fondamentale per permettere all’allevatore di partecipare alle gare od esposizioni con quei soggetti.

Serve anche per identificare l’uccello a fini commerciali o consentire la detenzione e l’allevamento di uccelli particolarmente protetti e soggetti a restrizioni regolamentate dal CITES.

Esistono in commercio anelli aperti e anelli chiusi.

Inanellare gli uccelli con anelli aperti

Gli anelli aperti in genere sono in materiale plastico, di diversi colori, presentano un taglio longitudinale e possono essere infilati sulla zampa mediante una speciale pinza che allarga le estremità.

inanellare gli uccelli anelli

In genere questo tipo di anello serve all’allevatore per distinguere i vari soggetti nati in un dato anno (un colore per ogni anno di nascita) e sono facilmente rimovibili.

Esistono anche anelli in alluminio aperti, recanti numeri di serie o sigle particolari, utilizzati ad esempio durante l’inanellamento di specie selvatiche per motivi di studio (migrazioni, presenza sul territorio, ecc).

Altri anelli metallici in alluminio o acciaio sono posti dal medico veterinario che ha effettuato un sessaggio endoscopico.

In questo caso per convenzione l’anello recante un numero e la sigla del professionista verrà posto alla zampa destra in un soggetto maschio e a sinistra se invece si tratta di una femmina.

Inanellare gli uccelli con anelli chiusi

Gli anelli chiusi invece sono in genere in alluminio.

Devono essere posizionati entro pochi giorni dalla schiusa, quando ancora le dita del pullo sono molto mobili e flessibili e consentono lo scorrimento dell’ anello dalle dita verso in tarso.

Come inanellare gli uccelli

Gli anelli chiusi come già detto devono essere collocati sulla zampa quando il pullo è ancora nel nido.

Ogni specie richiede un anello di calibro adeguato e codificato.

Inoltre per ogni specie esiste un preciso periodo in cui è fattibile l’operazione.

Per i canarini il periodo ottimale è intorno ai 7 giorni di età, pochi giorni dopo per diamanti mandarini e ondulati.

L’operazione richiede una buona manualità e delicatezza.

Come inanellare gli uccelli

Si contiene il pullo in una mano, mentre con l’altra si infila e si fa scorrere l’anello partendo dalle dita fino a far fuoriuscire nella risalita il dito posteriore.

Nel caso degli psittacidi le due dita posteriori.

La tutela del benessere dell’animale deve essere la priorità dell’allevatore.

Se l’anello non scorre e non passa dalle dita, non deve essere forzato per non rischiare fratture o lesioni e quindi sofferenza al piccolo uccello.

Bisogna quindi desistere e, se è fondamentale un’identificazione univoca, bisogna rivolgersi a un professionista per procedere all’impianto di un microchip.

Come togliere l’anello

L’anello va rimosso se il suo diametro col tempo diventa troppo ridotto, tanto che fatica a scorrere sulla zampa, oppure se scagliosità, parassitosi, infezioni cutanee o ferite mettono a rischio la vascolarizzazione della zampa.

Per effettuare questa operazione esistono in commercio apposite forbici che consentono il taglio e quindi la rimozione in sicurezza degli anelli in alluminio per piccoli fringillidi.

Per anelli di spessore maggiore occorre una piccola tenaglia forgiata appositamente per lo scopo oppure speciali strumenti in uso in oreficeria o frese da modellismo.

Bisonga proteggere e lubrificare la cute della zampa prima dell’operazione.

 

inanellare gli uccelli anelli zampe

La rimozione dell’anello va effettuata da una persona esperta.

In caso di lesioni cutanee o edema deve necessariamente essere gestita da un Medico veterinario esperto che dopo la rimozione possa occuparsi delle cure necessarie, anche in sedazione.

Se l’anello stretto ha compromesso in modo irreversibile la vascolarizzazione il medico dovrà amputare la zampa.

Dunque, sempre meglio prevenire e monitorare con attenzione la salute dei propri amici alati.