Botti di Capodanno: come proteggere i nostri animali?

I fuochi d’artificio: tanto amati dalla maggior parte degli esseri umani ma così pericolosi per i nostri animali… vediamo insieme come proteggerli dagli “spaventi” di fine anno.

A cura di: Dott. Cristiano Papeschi

botti-di-capodanno

Quanto rumore e quanti botti per festeggiare il Capodanno! Tuttavia, questa nostra manifestazione di gioia può trasformarsi in un pericolo non solo per le persone (guarda un po’ ogni anno in quanti ci lasciano un occhio, un timpano o una mano!) ma soprattutto per gli animali.

Eh, già! gli animali, tutti gli animali, quella sera non partecipano alla nostra euforia ma muoiono di paura!

Perché? provate a pensare con la loro testa, a guardare con i loro occhi e a sentire con le loro orecchie: per loro, il 31 Dicembre, si scatena una vera e propria III Guerra Mondiale!

Come reagiscono?

Indipendentemente dalla specie, tutti gli animali si spaventano per le luci accecanti, per i forti rumori e per le vibrazioni.

Iniziano i tremori, i battiti cardiaci aumentano, le pupille si dilatano, il respiro si fa più veloce e la paura incalza: non c’è niente da fare… il povero pet non capisce cosa stia succedendo e pensa alla fine del Mondo!

A quel punto, l’unico desiderio è trovare un riparo, un luogo dove sentirsi protetti e aspettare che passi il pericolo.

Per raggiungere un luogo sicuro, alcuni animali tentano la fuga ed è proprio li che accadono incidenti come testate contro le pareti, cadute dal divano o dal letto o ancor peggio… voli dalle scale o dalle finestre, le cui conseguenze si possono facilmente immaginare.

Proteggere i nostri animali domestici dai botti di Capodanno

Ormai da qualche tempo, molti Comuni italiani (sempre di più!) vietano i fuochi d’artificio di fine anno. Nonostante ciò, anche dove vengono proibiti, c’è sempre qualcuno che, nei dintorni della mezzanotte, trasgredisce.

Per proteggere i nostri amici animali e ridurre al minimo lo stress di quei 10 o 15 minuti di terrore, qualcosa possiamo fare. Cosa? Delle semplici azioni che possono aiutarli.

Prima di tutto, non lasciamoli mai soli a casa senza controllo e teniamo sempre con noi il numero del nostro medico veterinario di fiducia o di una struttura H24: non dimentichiamo che un incidente può sempre capitare e che di spavento si può anche morire!

Cerchiamo di mantenere un atteggiamento tranquillo, come se nulla stesse accadendo, per evitare di aumentare la tensione: se ci vedono preoccupati penseranno che quello che sta accadendo sia veramente un disastro.

Non tentiamo di bloccarli e non teniamoli in braccio poiché dall’alto si cade più facilmente e il nostro contenimento potrebbe essere ulteriore fonte di stress, senza contare il rischio di graffi o morsi per liberarsi dalla nostra presa.

Lasciamogli a disposizione l’accesso alla tana, permettiamogli di andare a nascondersi o chiudiamoli nel trasportino e non cerchiamo di tirarli fuori da li, poiché quello è il loro luogo sicuro.

Chiudiamo le finestre e le persiane per tentare di attutire quanto più possibile il rumore esterno e alziamo un pochino il volume della televisione o della musica.

Diamogli da mangiare qualcosa di particolarmente gradito, non si sa mai che sia sufficiente a distrarli.

Buon Capodanno (in sicurezza per i nostri amici animali) a tutti!