Il festival “Mi fa un Baffo il Gatto Nero”, contro i luoghi comuni

    Arriva il festival “Mi fa un Baffo il Gatto Nero”, contro i luoghi comuni in difesa degli animali (non solo i felini neri) e per la sicurezza stradale.

    0
    festival gatto nero

    Arriva il festival “Mi fa un Baffo il Gatto Nero”, contro i luoghi
    comuni in difesa degli animali (non solo i felini neri) e per la
    sicurezza stradale.

    L’associazione “Pet Carpet – ente culturale e educativo per la salvaguardia degli animali e dell’ambiente“, presieduta dalla giornalista Federica Rinaudo, ha deciso di dare vita a un progetto di sensibilizzazione più ampio in grado di ricordare all’opinione pubblica i veri pericoli della strada.

    Il progetto è in collaborazione con la Polizia di Stato e con il patrocinio di Fnovi, Federazione Nazionale Ordini veterinari Italiani, e Anmvi, Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani.

    Il Festival “Mi fa un baffo il gatto nero”

    Si tratta di una campagna educativa, contro i luoghi comuni per la difesa degli animali e in favore della sicurezza stradale, collegata a un festival dal titolo che è tutto un programma: “Mi fa un baffo il gatto nero”, per la regia dell’attore Pietro Romano, ideato con lo scopo di combattere i falsi pregiudizi e tutelare tutti gli animali spesso considerati portatori di negatività o pericolo.

    Non è infatti il passaggio dell’innocuo felino, tanto meno quello di cani, volpi, ricci, istrici e altri animali, a determinare i numerosi incidenti sulle strade, ma la velocità e la distrazione degli automobilisti, i cui comportamenti incauti sono purtroppo molto frequenti.

    Per spiegarlo sono state raccolte centinaia di foto e video che gli amanti di pet e wild (dal manto nero e non solo) hanno deciso di inviare per partecipare gratuitamente alla II edizione del festival, realizzato grazie alla collaborazione di Pet Store Conad, Vitakraft e Cucciolotta.

    Da quest’anno prevede anche una sezione letteraria per premiare gli scrittori e i poeti che hanno deciso di dedicare i loro componimenti al mondo della natura, attraverso racconti o poesie.

    La conduzione del festival è stata affidata quest’anno al bravissimo e simpatico attore Marco Marzocca, grande amante dei pet.

    Ospiti speciali gli artisti Donatella Pandimiglio ed Emanuele Vezzoli, insieme a tanti personaggi dello spettacolo, della cultura e del giornalismo che invece faranno parte della giuria.

    La mia vera sfortuna è la tua distrazione alla guida

    Tutti insieme per far valere il messaggio “La mia vera sfortuna è la tua distrazione alla guida”, accompagnato da un vademecum stilato dalla Polizia di Stato con alcune regole importanti da osservare sulla strada.

    • Guidare non è uno scherzo, quindi non distrarti!
    • Se al mattino presto, all’imbrunire o di notte ti trovi nelle vicinanze di una campagna, bosco o cespuglio, fai molta attenzione: un animale potrebbe comparire all’improvviso tagliandoti la strada.
    • Se vedi un animale sul ciglio di una strada, rallenta e non accecarlo con gli abbaglianti.
    • Se l’animale è proprio in mezzo alla strada, rallenta e, se occorre, fermati; ma non dimenticare le quattro frecce! I conducenti dei veicoli che sopraggiungono capiranno che c’è un ostacolo. Usa il clacson e i fari anabbaglianti, vedrai che l’animale si allontanerà e tu potrai riprendere il viaggio.
    • Non sterzare improvvisamente e non invadere le altre corsie per schivare un animale, è pericoloso per te e per gli altri. Mantieni sempre una velocità adeguata così avrai il tempo di frenare.
    • Se investi un animale vagante, mantieni la calma, ferma il veicolo, aziona le quattro frecce, indossa il giubbotto catarifrangente e posiziona il triangolo di emergenza: collocalo però ad almeno 50 metri alle spalle del veicolo (100 metri in autostrada).
    • Chiama subito il 112 se investi un animale e ricordati di comunicare dove ti trovi e la posizione dell’animale. I soccorsi non tarderanno ad arrivare.

    Da ricordare

    L’investimento di un animale, che sia un cane, un gatto, un
    capriolo o qualsiasi altro animale selvatico o d’affezione, dev’essere obbligatoriamente denunciato altrimenti si incorre nella violazione dell’art. 189 del Codice della Strada che prevede sanzioni fino a 1.691 euro.

    Appropriarsi o portar via l’animale selvatico morto costituisce reato perseguito penalmente.

    Il festival sarà al centro della prima puntata del nuovo programma radiofonico condotto dalla stessa Federica Rinaudo sulle frequenze di New Sound Level 90 Fm, in onda ogni mercoledì dalle 14 alle 15, e intitolato “Fede, Fido e Fusa” con tante rubriche dedicate agli amici a quattrozampe, con le ali e con la coda.