Quali sono i rischi dell’estate per il nostro cane o gatto?

L’estate è una bella stagione, ma può essere insidiosa per i nostri amici animali.

A cura di: Dott.ssa AnnaPaola Rivolta

rischi dell'estate per il cane

Quali sono i rischi dell’estate per i nostri animali? In primis, la temperatura elevata, si dovrebbe sapere, è un rischio: cane e gatto sudano solo tramite le zampe, e termoregolano quando respirano a bocca aperta in maniera accelerata; ormai tutti sappiamo che in alcune razze canine, dette brachicefale (col muso corto), e in alcune feline a pelo lungo, questi comportamenti non sono sufficienti. Ma vediamo insieme a quali altri rischi dell’estate prestare attenzione…

Lasciare il cane in auto

Nonostante continue campagne da ormai più di dieci anni, qualcuno ci casca sempre nell’errore: lascia il cane chiuso in macchina, parcheggiata all’ombra, si assenta pochi minuti (pensa), poi i minuti diventano tanti minuti, il sole gira e l’automobile diventa una vera trappola mortale, un forno acceso.

E se nessuno passa di lì, nessuno interviene a salvare il vostro amico che morirà tra atroci sofferenze.

L’interno dell’automobile arriva in fretta a temperature elevatissime, oltre i 60, e non basta lasciare i finestrini un poco aperti o l’auto all’ombra! Quando all’esterno ci sono 35 gradi o più, in auto la temperatura supera i 40 in un attimo; il cane non suda, per cui inizia a respirare affannosamente sperando di abbassare la sua temperatura ma non riesce abbastanza.

Consiglio: lasciate il cane e il gatto a casa, se non potete portarlo con certezza con voi. Evitate quindi anche di legarlo fuori dal negozio in cui siete, se non volete incorrere nel furto del vostro sfortunato amico.

In giro sotto il sole

Anche gli animali si scottano, soprattutto nelle aree più delicate (canna nasale, orecchie, polpastrelli) , per cui riservate al vostro amico uno spazio all’ombra e ben ventilato, e non fategli mai mancare acqua fresca da bere e con cui bagnarlo.

Se potete lasciarlo in albergo/casa al fresco, sarebbe la soluzione migliore. Meglio che si senta un po’ solo anziché ustionato!

Ricordate che gli animali neri si scaldano più rapidamente, ma quelli più a rischio ustione sono quelli a pelo chiaro perché meno capaci di proteggersi dai raggi solari!

In campagna o in montagna

Nella stagione estiva tornano sempre in auge i forasacchi, le spighette comuni che vediamo nei campi, che sembrano innocue ma in verità riescono a infilarsi sotto pelle e a compiere tragitti fistolosi dolorosi e con rischi secondari non da poco; attenzione quindi a evitare aree piene di spighe, e controllate accuratamente il pelo del vostro amico dopo la passeggiata; le aree più a rischio sono i polpastrelli, il naso, le orecchie.

Se notate che Fido scuote molto la testa dopo la passeggiata, fate dare un’occhiata con l’otoscopio al Medico Veterinario… prevenire è meglio che curare!

I rischi dell’estate al mare

Bellissimo andare al mare insieme, soprattutto se al nostro cane piace giocare in acqua!

Quali son allora i rischi dell’estate legati al mare?

Innanzitutto, se Fido beve acqua salata potrebbe andar incontro a dolori addominali, per cui evitate che lo faccia. Inoltre, se ama stare nel mare, ricordatevi che come le meduse possono creare irritazioni a noi, così possono fare con il nostro cane.

Quando nuota, peraltro, il cane utilizza molte energie: non lasciatelo mai incustodito, perché potrebbe stancarsi e non sapere più come tornare indietro.

Vi ricordo di sciacquare sempre dall’acqua salata a fine giornata l’animale, per evitare fastidiose dermatiti.

CONDIVIDI