Mangiatoia per uccelli “fai da te”: come costruirla a casa?

Costruire una mangiatoia per uccelli è abbastanza semplice ed è di grande utilità per il nutrimento degli uccelli durante la stagione invernale. Grazie alle indicazioni di LIPU Sezione di Milano capiremo passo per passo come costruire una mangiatoia per uccelli.

Mangiatoia-per-uccelli-con-cincia-mora-Ph-Emanuela-Redaelli

Per gli amanti del “fai da te” ci sono tanti modi per costruire a casa una mangiatoia per uccelli e per chi ha figli può essere un modo istruttivo per spendere del tempo insieme (ovviamente attenzione agli attrezzi e che non si facciano male).

Sulla pagina LIPU viene spiegato passo per passo come costruire una mangiatoia per uccelli aperta.

Altre semplici soluzioni per costruire una mangiatoia in autonomia:

Mangiatoia per uccelli realizzata con le cassette di frutta - Ph Emanuela Redaelli
Mangiatoia per uccelli realizzata con le cassette di frutta – Ph Emanuela Redaelli
  • fissare dei piatti in bambù su una corda a due estremità: quello inferiore fungerà da base su cui posare il cibo e quello superiore da coperchio;
  • recuperare una vecchia casa delle bambole per bambini;
  • utilizzare una bottiglia in vetro, riempiendola di cibo e fissandola a testa in giù su una base da cui far uscire poco a poco il cibo;
  • utilizzare una bottiglia in plastica, flaconi di detersivi o dei contenitori in tetra pak intagliati o un barattolo di caffè;
  • utilizzare una zucca o degli agrumi tagliati a metà da appendere come recipienti per il cibo;
  • utilizzare le cassette per la frutta.
Il materiale per costruire una mangiatoia per uccelli aperta - Ph LIPU
Il materiale per costruire una mangiatoia per uccelli aperta – Ph LIPU

Mangiatoia per uccelli: quale cibo mettere?

Ecco cosa consiglia LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) in tema di cibo per uccelli da mettere nelle mangiatoie in autunno e in inverno:

  • semi di canapa e mais tritato per fringuelli, verdoni e cardellini;
  • semi di girasole per fringuelli, verdoni e cince (es. cinciallegra, cinciarella, …);
  • briciole di dolci per pettirossi, cince, fringuelli, merli e capinere;
  • frutta secca per cince;
  • frutta fresca per merli, tordi, capinere, pettirossi e cinciarelle.

Nota bene: leggere sempre gli ingredienti sulle confezioni di cibo; da evitare miscele con miglio rosso, lino, avena, riso e grano.

Sia le mangiatoie sia le sementi / palline di grasso possono essere acquistate in qualsiasi negozio per animali.

Se ci si vuole cimentare nella preparazione delle palline di grasso, ecco una veloce ricetta.

Ingredienti: 100 g di margarina; 70 g di farina gialla; uva sultanina a piacere; 1 pugno di semi misti; frutta secca a pezzetti; briciole di dolci. Si possono aggiungere anche 1 o 2 mele tagliate.

Preparazione: dopo avere unito tutti gli ingredienti in una terrina in modo omogeneo, aggiungere la margarina fusa a fuoco basso: mischiare il tutto fino a ottenere un impasto omogeneo; creare con le mani delle palline e metterle a raffreddare in frigo per un paio di ore.

Mangiatoie per uccelli: che cosa fare ed errori da evitare

Qualche consiglio pratico per non commettere errori quando si decide di installare una mangiatoia per uccelli:

  • evitare mix di semi troppo economici, perché spesso “allungati” con riempitivi che attirano pochissime specie;
  • non dare pane e derivati agli uccelli, in quanto è come se fosse il “cibo spazzatura” per gli umani. I farinacei non sono da considerarsi l’alimentazione ideale per gli uccelli, ma qualche briciola di panettone o di biscotto può aiutarli ad accumulare energie per superare i giorni più freddi dell’anno; i semi ricchi di grassi “buoni” costituiscono sempre la dieta da preferire;
  • evitare che la mangiatoia si svuoti: se la mangiatoia rimane vuota solo per qualche giorno, non sarà un problema per gli uccellini, ma una mangiatoia costantemente vuota li farà allontanare;
  • mettere sempre in sicurezza la mangiatoia, dall’attacco di altri animali selvatici o domestici, come i gatti e dalle condizioni metereologi che avverse;
  • mantenere sempre pulita la mangiatoia: i semi hanno una lunga durata, ma solo se conservati correttamente. Quelli più vecchi diventano meno nutrienti e se l’acqua penetra nel seme può sviluppare una muffa pericolosa per gli uccelli, oltre al fatto che il cattivo odore può attirare dei parassiti.

Uccelli a terra: nidiacei o adulti feriti? come comportarsi correttamente

A cura di

LIPU Sezione di Milano

Logo_LIPU_1