Le gerarchia sociale nel mondo animale, a cosa serve?

Una volta che l'ordine gerarchico si è stabilito, esso si mantiene tendenzialmente stabile nel tempo, grazie anche alla capacità degli animali di riconoscere i conspecifici e mantenere la memoria degli scontri sociali che hanno portato alla formazione dell'ordine gerarchico.

gerarchia sociale nel mondo animale

Molti animali presentano all’interno del loro gruppo sociale una determinata gerarchia sociale, la quale, serve a limitare le interazioni aggressive all’interno del branco. 

Infatti, una volta che l’ordine gerarchico è stato formato, gli animali si limitano generalmente a mantenerlo mediante atteggiamenti di minaccia o comportamenti ritualizzati, senza disperdere energie o rischiare danni fisici a causa di scontri violenti.

Struttura della gerarchia sociale negli animali

La struttura gerarchica prevede che nel gruppo esistano un individuo alpha, che si colloca al vertice della scala gerarchica e che rappresenta quindi l’elemento dominante, e un individuo omega, che si colloca in fondo alla scala.

Tutti gli altri individui assumono dei gradi intermedi e possono essere dominanti su alcuni animali e subordinati rispetto ad altri.

Nelle scale gerarchiche lineari, l’individuo alpha, che occupa la posizione più alta nella scala gerarchica, è dominante sull’individuo beta (al secondo posto nella scala), il quale è a sua volta dominante sull’individuo gamma, e quindi alpha sarà dominante anche su gamma, e così via.

Esistono però anche casi in cui le gerarchie non sono così lineari e siano presenti situazioni più complesse.

Gli animali in cima alla gerarchia si alimentano per primi

Gli animali che occupano i livelli più elevati nella gerarchia sociale sono dominanti rispetto agli altri e sono quindi quelli che per primi avranno acceso alle risorse per le quali di volta in volta competono.

Queste risorse sono rappresentate principalmente dall’alimento e dai partner per la riproduzione.

Ne consegue che i soggetti dominanti avranno la possibilità di alimentarsi per primi e avranno maggiori possibilità di accoppiarsi, garantendo così la trasmissione genetica di caratteristiche di buon adattamento all’ambiente, in quanto generalmente gli animali che conquistano i ranghi gerarchici più elevati sono animali robusti e di grossa taglia, e quindi in grado di sopravvivere e di alimentarsi con successo nell’ambiente in cui vivono.

Un esempio è il lupo: per gli antenati dei nostri cani, è di fondamentale importanza per entrambi i sessi il raggiungimento dello status di individuo alpha, in quanto solo alla coppia dominante del branco è solitamente data la possibilità di riprodursi.

Vuoi saperne di più sul lupo?