Come e quando far accoppiare il criceto? Tutto quello che devi sapere!

Il criceto dorato (Mesocricetus auratus) è tendenzialmente solitario e mal sopporta la convivenza con i conspecifici… ad eccezione del momento dell’accoppiamento e per questo motivo è consigliabile formare le coppie solo in previsione dell’atto riproduttivo.

far accoppiare il criceto

Come e quando far accoppiare il criceto? Far riprodurre una coppia di criceti dorati è sicuramente una bella esperienza ma bisogna essere preparati. Vediamo insieme quali sono le cose principali da sapere.

Quando far accoppiare il criceto?

Il criceto dorato è molto precoce e la femmina potrebbe rimanere gravida già poco dopo i 30 giorni di vita, nonostante ciò sarebbe meglio non far accoppiare i propri animali prima dei due mesi.

Per quale motivo? Per consentire alla futura mamma di raggiungere uno sviluppo corporeo adeguato e dare alla luce cucciolate più forti e numerose.

Sebbene in natura il periodo riproduttivo sia piuttosto limitato, in condizioni di cattività il criceto può accoppiarsi e proliferare potenzialmente per tutta la durata dell’anno, dal momento che il calore si verifica mediamente un giorno ogni quattro.

Prima di formare la coppia è meglio verificare, grazie all’aiuto del medico veterinario, che la femmina sia realmente in calore. 

Come far accoppiare il criceto?

Formare la coppia al di fuori del calore significa, con buona probabilità, scatenare una lotta furibonda tra i due partner per la difesa del territorio e per il rispetto della privacy e della necessità di solitudine.

Meglio evitare, in ogni caso, di introdurre il maschio nella gabbia della femmina, preferendo l’operazione contraria (mettendo la femmina in quella del maschio) oppure optare per una gabbia neutrale e temporanea per il tempo minimo e indispensabile affinché avvenga l’accoppiamento, senza mai perdere di vista i due “coniugi”.

In caso di litigio, non impossibile soprattutto in occasione del primo accoppiamento, i due andranno immediatamente separati per riprovare in un secondo momento. Una volta avvenuto il coito, il maschio e la femmina dovranno essere rimessi nelle loro gabbie.

Un unico consiglio per il proprietario

Ok, ci è venuto il desiderio di far riprodurre i nostri animaletti e abbiamo letto questo ed altri articoli presenti in rete e sull’editoria specializzata… possiamo dunque procedere?

Il consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di pensare bene prima di far accoppiare i vostri criceti.

Ricordate che sono molto prolifici e dopo lo svezzamento dovranno essere mantenuti singolarmente, uno per gabbia… di conseguenza, se non avete la certezza di riuscire a farli adottare da persone di fiducia, riflettete con calma su questa decisione!

Vuoi saperne di più sul criceto?