La moffetta: come alimentarla al meglio?

La dieta della moffetta deve essere il più varia possibile: ecco alcuni consigli e accorgimenti da seguire per una dieta sana ed equilibrata!

A cura di: Dott. Kiumars Khadivi-Dinboli

moffetta

La dieta corretta della moffetta è un argomento molto controverso da allevatori e veterinari: in natura le moffette o skunk sono animali onnivori che si cibano praticamente di tutto quello che trovano, a seconda della stagione, ma quando si parla di pet, non sempre le informazioni che si trovano convergono.

In generale possiamo restringere le opinioni a due linee di pensiero e due diverse “diete” che vengono consigliate per le moffette “casalinghe”:

  • la prima consiste in una grande varietà di verdure miste con una piccola quantità di cibo secco per cani di alta qualità, pollo o pesce. Questa dieta include anche una quantità limitata di frutta, formaggi leggeri e freschi, yogurt, vitamine, minerali e soprattutto fibre, sottoforma di cereali secchi (del tipo per la colazione).
  • la seconda dieta è più “olistica” e consiste nella somministrazione alla moffetta del 50% del pasto a base di vegetali, il 40% a base di proteine (tacchino, pollo, uova), sali minerali, vitamine e olio vegetale ed il 10% di cibo vario, per alimentare la loro natura onnivora.

Alcuni autori suggeriscono per la moffetta una dieta vegetariana con apporti proteici a base di latticini e uova, riso e legumi con yogurt, formaggi freschi, naturalmente grande quantità di verdure e qualche frutto, integrate con olio , vitamine e sali minerali (soprattutto taurina e vit D3).

Importante è sapere che sono assolutamente da evitare cibi per gatti e furetti, che contengono un apporto di grassi e proteine assolutamente non bilanciato per le moffette.

Alimenti si per la moffetta

Le moffette dovrebbero mangiare diversi tipi di verdure, frutta, uova, carni bianche, pesce, legumi.

Con moderazione cibo per cani di alta qualità.

Una volta ogni due settimane, uova. Formaggi e yogurt a basso contenuto di grassi (per incrementare il fabbisogno di calcio nella dieta), olio extra vergine di oliva e olio di semi. Anche cereali (per esempio quelli per la colazione senza zucchero), noci/mandorle ma con moderazione (sono un ottimo apporto di grassi essenziali).

La frutta andrebbe somministrata 1-2 volte a settimana, più spesso nel caso in cui la moffetta soffra di ipoglicemia.

Frutta che può essere somministrata: pere, mele, banana (non troppa), uva, melone, anguria, fichi (non troppi), ecc.

Alimenti no per la moffetta

  • Foglie di lattuga iceberg
  • Cibo per gatti o per furetti, sia secco che fresco.
  • Dolci e cioccolata
  • Cibi grassi
  • Cibi fritti
  • Tutti i tipi di salumi ed insaccati
  • Semi di girasole e semi per uccelli
  • Zuccheri e dolcificanti o prodotti che contengono aspartame

Alimenti con moderazione e sotto controllo

  • Frutta secca
  • Asparagi (possono causare convulsioni in alcuni soggetti)
  • Cipolle (in alcuni animali hanno causato anemia)
  • Noccioline e semi (possono causare reazioni allergiche)
  • Dieta “tipo” per una moffetta adulta

La dieta deve essere il più varia possibile.

Nota: i piccoli al di sotto dei 4 mesi devono essere alimentati 4-5 volte al giorno.

Colazione: due cucchiai di verdure tagliate (fresche o surgelate), un cucchiaio di carne di pollo o pesce (oppure un cucchiaio di crocchette per cani di alta qualità), un cucchiaino di cereali (riso, grano bollito, pasta o cereali per la colazione, riso soffiato, corn flakes, ecc.).

Cena: tre cucchiai di verdure tagliate (fresche o surgelate), un cucchiaio di carne di pollo o pesce (oppure un cucchiaio di crocchette per cani di alta qualità), un cucchiaino di cereali (riso, grano bollito o cereali per la colazione).

Spuntini (solo per cuccioli): un cucchiaio di verdure tagliate (fresche o surgelate), oppure 2-3 crocchette per cani, o un cucchiaino di frutta.