Intossicazioni alimentari e animali domestici, rischio da non sottovalutare

Microrganismi, tossine o sostanze velenose possono inquinare in varia misura e in vari stadi del processo produttivo l'alimento poi somministrato al cane.

intossicazioni alimentari

Tra gli alimenti che somministriamo ogni giorno al nostro cane ci possono essere molti più pericoli di quanto si pensi. Le intossicazioni alimentari rappresentano, infatti, un rischio da non sottovalutare. 

Possono essere definite intossinfezioni alimentari tutte quelle patologie a carattere infettivo e/o tossico, che si manifestano in seguito all’ingestione di alimenti contaminati da microrganismi o da tossine prodotte da quest’ultimi.

Se negli avvelenamenti i sintomi insorgono per un’azione diretta della tossina, nelle tossinfezioni sono provocati dalla moltiplicazione attiva dei batteri ingeriti e dalla loro attività metabolica.

Difatti la tossinfezione richiede tempi piuttosto lungi per manifestarsi (circa 12 ore) al contrario dell’avvelenamento (tempi di incubazione di circa 4 ore).

Questo perché, nell’intossicazione alimentare, i batteri dovranno moltiplicarsi nell’organismo del cane, vincendo le sue difese mentre, nell’avvelenamento, si verifica l’ingestione di una tossina già formata e già attiva al momento dell’assunzione.

Intossicazioni alimentari: quali sono le fonti dei pericoli?

I microrganismi causa di intossicazioni alimentari possono inquinare il cibo nel corso dei molteplici passaggi di preparazione industriale dell’alimento.

I prodotti contenenti carne possono essere inquinati già durante la macellazione, la preparazione, il trasporto o la conservazione della derrata alimentare.

Le principali fonti di contaminazione dei prodotti carnei e anche degli altri alimenti in generale sono ambiente, cute e tratto gastrointestinale dell’animale, ma è importante ricordare che qualsiasi alimenti di origine animale rappresenta un substrato ideale per lo sviluppo di molti batteri.

L’intensità dello sviluppo, poi, cambierà in relazione al tipo di batterio inquinante dell’alimento del pH, dell’umidità, della temperatura o in rapporto alla presenza o all’assenza di proteine e ossigeno.

Le intossicazioni alimentari sono un rischio da non sottovalutare: ogni qualvolta si sospetti che il cane abbia ingerito qualcosa di anomalo o pericoloso, è importante recarsi immediatamente dal proprio medico veterinario di fiducia.

CONDIVIDI