Il pappagallo cinerino, un animale molto intelligente e vivace

I cinerini necessitano di potersi muovere in libertà nella casa con il proprietario almeno alcune ore al giorno. Ovviamente vanno supervisionati e vanno limitate le occasioni pericolose per loro.

A cura di: Dott.ssa Elena Ghelfi

il pappagallo cinerino

Il pappagallo cinerino è un animale molto intelligente e vivace e necessita di cure e attenzioni costanti per non cadere nella noia. Coccole, carezze (anche se non sempre gradiscono essere presi sulla mano), parlare e giocare con lui è fondamentale.

Ambiente

I pappagalli cinerini non vanno confinati a vita in una gabbia, anzi devono poter esplorare l’ambiente (casa, veranda, all’aperto ma con alcune precauzioni) e soprattutto stare in compagnia dei proprietari interagendo con loro.

Quando il pappagallo deve restare confinato in una gabbia, questa deve essere spaziosa (preferire quelle con apertura superiore con posatoio sulla apertura) e con posatoi adeguati.

Nella gabbia devono essere presenti giochi e oggetti o materiali che può distruggere col becco in sicurezza. Sul fondo per meglio raccogliere le feci o gli scarti dei cibi si possono deporre lettiere specifiche per uccelli o rettili come  il tutolo di mais o il pellet di carta o paglia. Oppure semplicemente dei giornali, facili da reperire, economici e facili da sostituire anche giornalmente.

Infine la gabbia deve essere collocata in un punto della casa dove l’uccello può distrarsi (possibilità di vedere cosa succede all’esterno), non necessariamente vicinissima ad una finestra per non rischiare sbalzi termici (sia colpi d’aria che colpi di calore) ma soprattutto deve essere collocata in una stanza dove le persone soggiornano per la maggior parte del tempo (studio, salotto…). Non in cucina, per il rischio di avvelenamento da teflon e altri prodotti chimici (es. prodotti per la pulizia del forno).

Non devono ovviamente mancare ciotole con cibi vari e acqua pulita e fresca.

Come giocare con il pappagallo cinerino?

I cinerini necessitano di potersi muovere in libertà nella casa con il proprietario almeno alcune ore al giorno. Ovviamente vanno supervisionati e vanno limitate le occasioni pericolose per loro: pentole piene di acqua (annegamento o ustione), finestre aperte, fili elettrici esposti, farmaci, sigarette o alimenti pericolosi alla portata del loro becco.

L’arrivo a casa del proprietario dopo la giornata di lavoro deve divenire per entrambi un momento piacevole e rituale: saluti, coccole, esplorazione, movimento e soprattutto gioco!

Esistono in commercio numerosissimi giochi colorati e sicuri per pappagalli ma se ne possono costruire tanti altri con materiale di riciclo per il divertimento dei proprietari, dei loro figli e ovviamente dei pappagalli.

Il gioco per il pappagallo cenerino non è solo movimento ma anche “ragionamento”: riconoscere forme e colori, scoprire suoni, cercare piccoli premi, risolvere “rompicapi” a misura di pappagallo (tipo piccole scatolette da aprire per cercare una leccornia).

Il momento del sonno è cruciale: sarebbe utile creare un rito sonno veglia come si fa per i bambini utilizzando una zona giorno per i giochi e la vita sociale e una notte, silenziosa e buia per il riposo notturno.

I pappagalli per essere in forma e mantenersi in salute devono dormire tranquilli per 10 ore consecutive. Se la gabbia è collocata in soggiorno, dove i membri della famiglia per abitudine guardano la tv fino a sera tardi, è meglio spostare l’animale in un’altra stanza: non basta coprire la gabbia con un telo scuro.

CONDIVIDI