Il merlo, scopriamo dove vive e cosa mangia quest’uccello canterino

In primavera, uno dei protagonisti presente nei nostri giardini di città come in campagna è indubbiamente il merlo. Andiamo a conoscere da vicino questo piccolo volatile dal canto melodioso.

A cura di: Dott.ssa Elena Ghelfi

merlo

A inizio primavera, il merlo, uccello elegante nella sua livrea nera e lucida, è indaffaratissimo nel promuovere col canto la sua presenza, trasportare pagliuzze o piccoli rami e al contempo cacciare lombrichi e insetti per la compagna da conquistare o che ha già iniziato la cova.

Chi è il merlo?

Il merlo è un uccello passeriforme appartenente alla famiglia dei turdidi, il Turdus merula, misura dai 24 ai 27 cm (le femmine in genere sono più piccole), pesa in media 85- 100 gr con una lunghezza alare di circa 34- 38 cm.

Differenze di piumaggio

Esiste un netto dimorfismo sessuale: il maschio adulto ha un piumaggio nero lucido, becco giallo, occhi marroni e zampe nerastre.

La femmina ha invece un piumaggio mimetico marrone rossastro leggermente screziato, il becco è marrone ma conserva la base gialla, zampe e occhi sono di colore marrone.

I giovani merli presentano un piumaggio molto simile a quello delle femmine: marrone – bruno con screziature color cuoio, becco marrone internamente giallo vivace.

Fino all’anno di età i giovani maschi mantengono la colorazione marrone delle remiganti.

Non è raro scorgere esemplari con piumaggio screziato di bianco, in particolare alcune o tutte le remiganti e penne caudali ma riconoscibili alcune piume nere (leucismo), oppure piumaggio totalmente bianco con occhi rossi (albinismo).

Dove vive un merlo?

I merli vivono in Europa: dall’Italia fino alla Svezia, ma si trovano anche nel continente eurasiatico fino alla Cina, in Nord Africa, in Islanda ed è stato introdotto anche in Australia e Nuova Zelanda.

Con la crescente urbanizzazione, i merli molto spesso rinunciano alla migrazione e si fermano in città dove si riproducono in primavera fino all’estate.

Il loro habitat ideale è rappresentato da giardini, parchi, boschetti ricchi di arbusti fitti, siepi abbondanza di bacche e insetti, alberi frondosi, terreni agricoli.

Convivono facilmente con gli esseri umani sfruttando abilmente le risorse, il cibo lasciato loro a disposizione in apposite mangiatoie (bird gardening) oppure resti di frutta o pane abbandonati, così pure i ripari comuni nei giardini delle nostre case.

Cosa mangia?

L’alimentazione del merlo è estremamente varia: frutta, bacche, insetti, lumache , lombrichi, non disdegna però nei momenti di scarsità di cibo naturale anche briciole di pane, non propriamente per lui salutari.

Per ospitare nei nostri giardini questi uccelli sarebbe utile piantare arbusti di rosa canina, sambuco, rovo, prugnolo o biancospino, in cui può rifugiarsi e nutrirsi delle bacche.

I merli si nutrono a terra, dove con abilità scovano e cacciano insetti e invertebrati di ogni genere.