La muta nei gechi e negli altri sauri: come funziona?

Anche i sauri, come per esempio i draghi barbuti, i gechi, le iguana o i camaleonti, compiono regolarmente la muta… ma come funziona? Andiamo a scoprirlo insieme.

A cura di: Dott. Cristiano Papeschi

gechi muta

I sauri (ad esempio i draghi barbuti, i gechi, le iguana o i camaleonti) compiono la muta periodica, anche detta “ecdisi”, per cambiare lo strato più esterno dell’epidermide e sostituirlo con uno nuovo.

Questo rivestimento è detto “corneo” per il suo elevatissimo contenuto di cheratina e funge da protezione contro le insidie dell’ambiente esterno.

La funzione della muta

Perché si compie la muta? Perché lo strato corneo, nonostante la sua peculiare resistenza, si logora con il passare del tempo e per questo va sostituito periodicamente.

Inoltre, sia il giovane animale che l’adulto crescono e dal momento che il rivestimento esterno è composto da cellule morte queste non sono in grado di accrescersi con lui e perciò bisogna “sfilare” il vestito vecchio per lasciare spazio a quello nuovo, che si genera subito al di sotto.

Il giovane sauro cresce piuttosto rapidamente e per questo motivo l’abito vecchio, ormai “stretto”, dovrà essere sostituito più volte all’anno (da 1 a 3-4 mesi) mentre nell’adulto la muta si compie ad intervalli molto più prolungati, all’incirca una volta ogni 1-1,5 anni a seconda della specie.

Come avviene la muta nei gechi e negli altri sauri?

Quando si parla di muta nei rettili l’immaginazione ci porta immediatamente a pensare a quanto accade negli ofidi (serpenti): questi animali compiono una muta molto affascinante in quanto la pelle vecchia si stacca dal corpo in un pezzo unico.

Il serpente “sguscia” fuori dal suo vecchio rivestimenti epidermico come una gamba da un pantalone, abbandonando la sua pelle ormai obsoleta integra (esuvia).

Nei sauri questo meccanismo si compie in maniera un po’ meno “bella” esteticamente in quanto la pelle morta si stacca “a brandelli” di dimensioni variabili da pochi millimetri a diversi centimetri. Pertanto, non stupitevi se, a un certo punto, il vostro sauro mostrerà una livrea opaca che, piano piano, inizierà a sollevarsi e a cadere un po’ alla volta.

La muta dura diversi giorni ma non preoccupatevi: al termine la vostra “lucertolina” tornerà come nuova e mostrerà orgogliosa la sua nuova livrea.