Il cane e la corretta gestione dei luoghi di riposo e dei pasti

Per una convivenza serena e pacifica, è utile saper gestire correttamente due momenti molto importanti nella vita di un cane: il riposo e il pasto.

cane a riposo

Il cucciolo con meno di tre mesi si tranquillizza con il contatto con i proprietari: nelle prime settimane può dormire vicino a loro, anche di notte. Il luogo di riposo in cui il cane dorme deve essere separato da quello dei proprietari a partire dal quarto mese di vita, quando inizia il periodo di distacco e della pubertà.

È anche possibile scegliere la separazione fisica fin dall’inizio: in genere, il cucciolo di abitua molto rapidamente a restare da solo durante la notte.

Il luogo per il riposo deve essere un luogo sicuro per il cane: il cucciolo non deve essere disturbato. I bambini devono essere educati a chiamare il cane se desiderano giocare con lui o accarezzarlo, ben sapendo che potrebbe non avere voglia di raggiungerli.

Nel periodo della pubertà, il luogo destinato al riposo deve essere lontano dalle zone di passaggio, in una zona che non permette al cane di sorvegliare la casa e chi ci abita.

Oltre al riposo, qual è una corretta gestione dei pasti?

Fin dal suo arrivo, il cucciolo mangia dopo i proprietari, da solo e in un luogo tranquillo: la ciotola deve essere tolta dopo un periodo di tempo preciso, senza commenti.

Il cane può assistere al pasto dei proprietari senza però avere il diritto di avvicinarsi e ricevere nulla dal tavolo da pranzo.

I “furti” di cibo sono proibiti e il cucciolo deve essere escluso senza riguardi. Se si distribuiscono spuntini tra un pasto e l’altro, devono sempre essere la ricompensa per aver obbedito a un ordine, anche in caso di semplice ritorno dai proprietari dopo il richiamo.

Cosa evitare?

  • Tentare di mettere alla prova il cane sottraendogli la ciotola o facendolo sgridare dai bambini;
  • Dare il cibo con la mano, a meno che il cucciolo non riesca ad alimentarsi da solo per diverse ragioni.