Il canarino arlecchino portoghese

Il canarino arlecchino portoghese è un animale vivace e allegro e sta conquistando sempre più nuovi appassionati. Vediamo quali sono le sue caratteristiche.

A cura di: Dott.ssa Elena Ghelfi

Canarino arlecchino portoghese

La selezione dei canarini o di loro ibridi non si arresta mai. Andiamo avanti nel conoscere un po’ meglio alcune particolari razze di canarino e parliamo del canarino arlecchino portoghese.

Nel 2010 la commissione del C.O.M. (Confederazione Ornitologica Mondiale) ha riconosciuto ufficialmente la razza Canarino Arlecchino Portoghese.

I primi individui vennero selezionati da canarini pezzati, con l’intento di ottenere un canarino che mostrasse nella sua livrea 6 colori: il rosso-l’arancio, il grigio, il marrone, il nero e il bronzo.

I primi esemplari da soggetti di canarino portoghese

Il canarino portoghese è stato classificato come canarino di forma e posizione liscio.

I primi soggetti ottenuti erano caratterizzati da testa liscia e colorazione del piumaggio pezzata.

In seguito vennero selezionati soggetti mosaico.

Infine, attualmente alcuni allevatori stanno selezionando Portoghesi monocolore.

La selezione successiva del canarino arlecchino portoghese

Con il fattore mosaico i canarini devono mostrare il colore rosso nelle zone di elezione di questa colorazione, diversa nei maschi dalle femmine.

I maschi infatti devono mostrare macchie rosse su maschera facciale, le spalline, il petto e il codione.

Le femmine invece nella zona ciliare, sul petto, sul groppone e sulle spalline.

In seguito hanno acquisito anche il ciuffo a corno di cresta.

Appunto la combinazione di questi tre fattori (ciuffo, pezzatura, fattore rosso) diede l’opportunità a questo canarino di poter aspirare ad entrare a far parte di una nuova razza di canarini forma e posizione lisci.

Ma occorrevano altri accorgimenti e negli anni ottanta ottenne la forma del corpo più sottile e una testa più piccola e allungata, grazie alla selezione di un rinomato allevatore italiano (prof. Armando Moreno).

Negli anni dal 2000 al 2005 i club portoghesi e i responsabili della commissione tecnica apportarono altre modifiche per migliorare la posizione tipica e il portamento.

Lo standard del canarino arlecchino portoghese

Il canarino arlecchino portoghese è caratterizzato da una forma del corpo lunga, sottile e armoniosa.

Canarino arlecchino portoghese maschio

Il petto è leggermente arrotondato al torace, ma appare stretto nella parte retrostante e allineato con la coda.

La testa, piccola, può avere forma liscia delle piume oppure un ciuffo a forma di corno ovvero far ricordare il cappello a corno (con 2 angoli sul retro e uno anteriore).

Le piume che costituiscono il ciuffo non coprono mai becco e occhi.

Il becco è robusto e gli occhi brillanti e ben visibili.

La taglia è media. Il canarino misura circa 15 cm.

Il piumaggio appare setoso, liscio, brillante e aderente al corpo.

Il colore deve essere vario, presentare macchie di eumelanina e feomelanina.

Il fattore rosso mosaico deve essere presente. La distribuzione delle melanine deve essere comunque armoniosa ed equilibrata, idealmente al 50% di pezzature melaniche (nero, bruno) e 50% lipocromo (rosso, arancio).

Molto apprezzata è la variegatura su ali e coda, ma anche becco e zampe.

Le zampe sono forti, lunghe, leggermente arcuate, e le cosce visibili.

Il portamento del canarino è eretto. Idealmente l’angolo che si forma sul posatoio deve essere di 55°.

L’atteggiamento deve essere di allerta, ma non eccessivamente nervoso, spostandosi fiducioso e sicuro sui suoi posatoi.

Questo canarino vivace e allegro sta conquistando sempre più nuovi appassionati anche in Italia e può entrare come simpatico pet nelle case di allevatori amatoriali o semplici estimatori.