Halloween e il gatto nero tra origini, miti e leggende

La "notte delle streghe" ha un'origine tutta europea, e molto, molto antica. La festa in maschera celebrata a livello nazionale possiede in realtà un significato rituale e propiziatorio.

0
halloween

Halloween è una festività molto sentita nel Nuovo Mondo ma la sua vera origine in realtà è molto più antica e risale al Vecchio Continente.

Halloween deve le sue origini allo Samhain, una festività celtica diffusa in alcune zone europee come Francia, Inghilterra, Irlanda e Scozia, in cui si celebrava la fine dell’anno e il termine della stagione calda.

La data del 31 ottobre veniva considerata dal popolo Celtico un potente e magico momento di transizione, non solo per le stagioni.

Era credenza diffusa che gli spiriti potessero tornare in vita sulla terra per possedere i vivi.

Zucche mostruose, streghe, pipistrelli, fantasmi, gatti neri sono tra i simboli principali di Halloween.

E forse il gatto nero è l’animale più coinvolto in questa festività per via della sua associazione come fedele compagno delle streghe.

Le credenze sul gatto nero iniziarono durante il Medioevo.halloween 2

All’epoca, quando ci si spostava con le carrozze o in sella ai cavalli, spesso capitava che quest’ultimi si spaventassero di fronte alla vista degli occhi chiari dei gatti neri.

Da lì si diffuse la superstizione che fossero sotto il controllo del demonio.

Poi si iniziò a relazionare il gatto nero alla stregoneria e alla magia nera. Si pensava che i gatti neri fossero in realtà delle streghe trasformate o loro fedeli compagni di magie occulte.

E così cominciò la caccia ai gatti neri: venivano perseguitati e perfino bruciati nei roghi o sacrificati durante riti satanici proprio durante la notte di Halloween.

halloween 4

CURIOSITÀ SU HALLOWEEN

La parola Halloween deriva dal mondo anglosassone e probabilmente dalla frase “All Hallows Eve”, ovvero la notte di Ognissanti, festeggiata ben appunto il 31 ottobre.

Il nome deriva dalla volontà della Chiesa di eliminare le feste pagane e di sostituirle con festività cristiane.

La tradizione di intagliare le zucche deriva dal folklore irlandese.

L’usanza è legata alla leggenda irlandese di Jack, un fabbro avaro e ubriacone, che un giorno incontrò il diavolo in un bar.