Granulati per conigli: una valida opzione per la loro dieta?

Il coniglio è un animale che presenta delle particolarità digestive da rispettare al fine di avere una dieta alimentare corretta. I granulati per coniglio possono essere una valida opzione?

granulati per conigli

Somministrare granulati non è obbligatorio, perché il coniglio adulto trova tutte le sostanze nutrienti nel fieno e nelle varie verdure. Gli alimenti industriali “completi” per conigli possono essere di qualità e composizione molte varia.

In commercio si trovano alimenti denominati “semi per conigli”, perfetti per far ingrassare i conigli da carne, ma non vanno bene per i conigli da compagnia.

I granulati per conigli da compagnia si presentano sotto forma di piccoli cilindri castano-verde e sono composti da fieno polverizzato, cereali, leguminose tritate. 

La composizione dei granuli ha delle regole ben precise da seguire: un minimo di 18% di fibre, 13-15% di proteine, meno dell’1% di calcio e meno del 3% di grassi. Motivo per il quale, va data particolare attenzione a quanto riportato sull’etichetta del prodotto.

In commercio esistono anche alimenti che chiamano muesli, con granuli di diverse forme e colori.

Attenzione all’uso eccessivo dei granulati per conigli

Purtroppo i granulati vengono ingeriti rapidamente dal coniglio inducendo subito una sensazione di sazietà che limita l’assunzione di fieno; in più, per masticarli il coniglio non usa i denti e gli zuccheri contenuti hanno la tendenza a disequilibrare la fermentazione ciecale.

Per questo motivo, i granulati devono essere strettamente razionati: 20-30 grammi per chilo di coniglio al giorno. I granulati più calorici e ricchi in calcio sono indispensabili solo per i conigli in crescita e le femmine in riproduzione.

FONTE: LaSettimanaVeterinaria

CONDIVIDI