Home lagomorfi coniglio

coniglio


come scegliere il coniglio

Come scegliere il coniglio più adatto a noi?

Come scegliere il coniglio? Nel precedente articolo abbiamo discusso di alcuni aspetti che dovrebbero essere presi in considerazione nella scelta di un coniglio, tutte caratteristiche che non comportano particolari problematiche ma rimangono comunque “dettagli” non trascurabili.
primo coniglio

Come acquistare o adottare il nostro primo coniglio?

Il primo coniglio non si scorda mai, ma dobbiamo sceglierlo sapendo esattamente cosa stiamo facendo: in molti casi questa scelta è casuale e la decisione viene presa d’impulso, ma sarebbe bene fare prima mente locale su alcuni “dettagli” che possono fare la differenza. Come orientarsi, dunque, tra le diverse possibilità?
principali patologie dell'apparato urinario del coniglio

Le patologie dell’apparato urinario del coniglio

Nel precedente articolo abbiamo analizzato brevemente le principali caratteristiche delle urine del coniglio, in modo da capire quale sia la normalità. Come già accennato, la particolare composizione delle urine predispone questo animale ad alcune patologie.
urine del coniglio

Urine del coniglio: conoscere le caratteristiche più importanti

Le urine sono il prodotto finale di un complesso processo di depurazione del sangue che ha luogo a livello dei reni. In questa sede, il sangue che circola all’interno dei nefroni, l’unità funzionale del rene, viene filtrato e “ripulito” dei numerosi elementi che necessitano di essere eliminati dall’organismo.
stasi gastrointestinale

Stasi ed ostruzione gastrointestinale nel coniglio. Come prevenirla?

Cos’è stasi gastrointestinale? Il coniglio defeca numerose volte nel corso della giornata, emettendo moltissime palline fecali dall’aspetto sferico: qualunque problematica a carico dell’apparato gastroenterico può modificare l’aspetto delle feci relativamente a quantità, aspetto e consistenza.
ciecotrofia

L’importanza della ciecotrofia nel coniglio

Il coniglio è un erbivoro e la sua dieta è di scarso valore nutrizionale. Grazie alla ciecotrofia, processo fisiologico reso possibile da un organo chiamato “cieco”, l’animale è in grado di far fronte in maniera efficace alle carenze cui altrimenti andrebbe incontro.
quanti denti ha un coniglio

Quanti denti ha un coniglio?

Il coniglio adulto possiede un totale di 28 denti, ripartiti secondo la formula dentaria: I 2/1, C 0/0, Pm 3/2, M 3/3. Sono dunque assenti i canini mentre è possibile osservare una seconda coppia di piccoli incisivi, i cosiddetti “lagomorfi”, posti dietro gli incisivi principali solamente sull’arcata superiore.
digestione nel coniglio

Come funziona la digestione nel coniglio?

Come funziona la digestione nel coniglio? Vediamo insieme i punti salienti e le caratteristiche più particolari dell’apparato digerente di questo animale. Dal punto di vista alimentare il coniglio è un erbivoro stretto, ovvero si nutre di materie prime di origine vegetale dalle quali trae tutti gli elementi nutritivi e l’energia di cui ha bisogno per il proprio mantenimento.
parassiti del coniglio

Parassiti del coniglio: attenzione al Passalurus ambiguus

Passalurus ambiguus è un ossiuride, ovvero un nematode, che si localizza nel cieco e nel colon del coniglio. La forma adulta di questo “verme tondo” ha un colore bianco-trasparente ed una lunghezza compresa tra 4 ed 11 millimetri, più piccolo il maschio e più grande la femmina.
dermatofitosi

La dermatofitosi nel coniglio: come si manifesta?

La dermatofitosi è un’affezione della cute e del mantello causata da microscopici funghi patogeni, i cosiddetti “dermatofiti”. Si tratta di una patologia piuttosto frequente, per il verificarsi della quale è necessario che il coniglio entri in contatto, diretto od indiretto, con gli agenti patogeni responsabili.
x CHIUDI MESSAGGIO PUBBLICITARIO
x CHIUDI MESSAGGIO PUBBLICITARIO