COVID-19, posso uscire a comprare un farmaco per il mio cane?

Fnovi ha realizzato un'infografica che riassume le informazioni per i proprietari di animali dando risposte chiare e utili in questa emergenza epidemilogica da COVID-19.

A cura di: Dott. Stefano Corbetta

posso uscire a comprare un farmaco per il mio cane

In piena emergenza COVID-19, sono numerose le domande e le perplessità dei proprietari di animali, soprattutto ora, con il nuovo decreto Dpcm 22 marzo 2020 emanato dal Governo. Tra le più frequenti, troviamo la domanda: posso uscire a comprare un farmaco per il mio cane o gatto?

Il provvedimento, che aggiunge nuove ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, prevede la chiusura delle attività produttive non essenziali o strategiche.

Restano aperti alimentari, farmacie, negozi di generi di prima necessità e i servizi essenziali.

Posso uscire a comprare un farmaco per il mio cane o gatto?

La Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari Italiani (FNOVI) ha realizzato un’infografica che riassume le informazioni per i proprietari di animali rispondendo alla domanda:Devo continuare la terapia farmacologica per il mio amico a quattro zampe, posso uscire”?

prescrizione-medico-veterinaria

La risposta è: “Sì, recandoti alla farmacia più vicina. Il medico veterinario che ha in cura il tuo animale prescrive solo tramite Ricetta Veterinaria Elettronica – REV.

Il numero e il pin di 4 cifre generato dal sistema REV è tutto quello che serve per l’acquisto dei farmaci necessari.

Grazie a Croce Rossa Italiana ed a Federfarma è attiva la consegna a domicilio per chi non può o non deve uscire da casa. Chiama il numero verde 800 065510“.

 

Se vuoi conoscere l’altra iconografica realizzata dalla FNOVI per i proprietari di animali da compagnia, clicca qui.

Altrimenti se sei interessato a scaricarti l’infografica sulla prescrizione medico veterinaria, clicca qui.

RICORDA: Gli animali da compagnia non veicolano il Coronavirus e non devono essere considerati pericolosi.

Anzi, in questa situazione di emergenza e di confinamento nelle proprie case, gli animali rappresentano invece un sostegno e supporto per tutta la famiglia.