Cosa non può mangiare il coniglio di ciò che è “verde”?

Attenzione a cosa mangia il coniglio di ciò che è verde, perché non tutto è buono per la sua alimentazione. Esistono molti “pericoli” a cui fare attenzione.

0

A cura di: Dott.ssa Linda Sartini, Dott. Cristiano Papeschi

cosa mangia coniglio

Cosa mangia il coniglio lo sappiamo bene, è un erbivoro.

Come integrazione della sua dieta possono essere incluse tante cose, tra cui le erbe di campo, le verdure e le foglie di alcune piante.

Ma tutto ciò che è verde è buono? Assolutamente no!

Esiste infatti una lunga lista di “vegetali” potenzialmente dannosi che andrebbero evitati.

Poiché non è possibile fornire un elenco completo ed esaustivo, vediamo insieme quali sono i “pericoli” più comuni che non devono passare tra i denti di questo animale.

Dove potrebbe trovare piante tossiche?

La risposta a questa domanda è semplice: in molti posti.

Se i nostro coniglio ha la fortuna di avere accesso sicuro al giardino questo è il primo posto in cui potrebbe imbattersi in erbe o piante tossiche qualora presenti.

In alternativa potremmo essere noi stessi, per errore, a raccogliere e a offrirgli qualcosa di sbagliato.

Infine, anche in casa o in terrazzo potrebbe trovare qualcosa di tossico a portata di bocca, come ad esempio molte piante ornamentali.

Quindi attenzione!

cosa mangia coniglio giardino

Cosa può succedere se il coniglio mangia una pianta tossica?

I rischi dipendono dal contenuto in molecole potenzialmente pericolose e dai loro effetti biologici.

La gravità dei sintomi è correlata sia al tipo di pianta tossica che alla quantità ingerita.

Si può andare da problemi di tipo digestivo (ad esempio dolori addominali e diarrea), a ipotermia, convulsioni, tachicardia, paralisi, depressione respiratoria, ipersalivazione, danni epatici o renali e problemi del sangue (anemia emolitica o coagulopatie).

Nei casi peggiori si può avere coma e morte.

Elenco di vegetali potenzialmente tossici per il coniglio

Visto l’elevato numero di vegetali potenzialmente tossici e l’impossibilità di elencarli tutti, citiamo solo i principali e più comuni.

Erbe e piante spontanee

  • Acetosella
  • Aconito
  • Anemone
  • Astragalo
  • Belladonna
  • Celidonia
  • Cicuta
  • Colchico
  • Digitale
  • Elleboro
  • Equiseto
  • Felce
  • Ginestra
  • Mughetto
  • Papavero
  • Ranuncolo
  • Romice
  • Stramonio

Piante da appartamento e da giardino

  • Agave
  • Agrifoglio
  • Alloro
  • Aloe
  • Amaryllis
  • Azalea
  • Bella di notte
  • Bosso
  • Caprifoglio
  • Ciclamino
  • Amaryllis
  • Dalia
  • Dieffenbachia
  • Edera
  • Falso gelsomino
  • Giacinto
  • Ginepro
  • Gladiolo
  • Glicine
  • Iris
  • Lauroceraso
  • Ligustro
  • Lilium
  • Narciso
  • Oleandro
  • Ortensia
  • Petunia
  • Primula
  • Stella di Natale
  • Tasso
  • Tulipano
  • Vinca
  • Vischio
  • Vite americana

Orto e frutta

  • Aglio
  • Avocado
  • Cipolla
  • Foglie di tabacco
  • Parti verdi di solanacee (pomodoro, patata, melanzana, ecc.)
  • Rabarbaro
  • Semi della frutta in generale

Alberi

  • Abete
  • Albicocco
  • Ciliegio
  • Cipresso
  • Ippocastano
  • Mandorlo
  • Pesco
  • Pino
  • Prugno
  • Robinia
  • Sambuco
  • Susino

Prendiamo un paio di esempi a caso

A puro titolo informativo su alcuni degli effetti tossici delle varietà vegetali appena elencate, prenderemo in considerazione, fra tanti, 5 esempi.

Azalea

L’azalea può causare nel coniglio gravi disturbi gastroenterici, ipersalivazione, bradicardia, convulsioni e morte.

Colchico

Il colchico può dare ipersalivazione, disturbi gastroenterici, collasso, debolezza muscolare, depressione respiratoria, shock e morte.

Cycas

La cycas provoca gastroenterite emorragica, problemi di coagulazione, danni epatici e renali, morte.

Oleandro

L’oleandro se ingerito produce disturbi gastroenterici, ipersalivazione, disturbi neurologici, arresto cardiaco, morte.

Tasso

L’ingestione di parti di tasso nel coniglio provoca depressione cardiocircolatoria e respiratoria, morte.

Cosa fare e cosa non fare se il coniglio mangia qualche vegetale tossico?

Abbiamo visto il nostro coniglio consumare una delle essenze vegetali sopra indicate oppure lo vediamo stare male e sospettiamo che possa essere rimasto vittima di una intossicazione: cosa dobbiamo fare?

cosa mangia coniglio aloe

Da evitare qualunque intervento “fai da te”, di chiedere consiglio sui forum, di andare a cercare in rete o seguire i suggerimenti di amici o altre figure non mediche.

Cercare di farlo vomitare è dannoso: i conigli fisiologicamente non vomitano, quindi potrebbe essere molto pericoloso.

Insomma, evitiamo di perdere tempo, poiché proprio il tempo potrebbe fare la differenza tra la vita e la morte del nostro pet, e di compiere azioni sbagliate o dannose.

L’unica cosa da fare è chiamare il Medico veterinario di fiducia e correre in clinica per ricevere l’assistenza del caso.