Come capire se il tuo cane è stressato? Ecco quali sono i sintomi

Anche il nostro amico a quattro zampe può soffrire di stress. Eventi che sconvolgono la routine quotidiana come un trasloco o l'arrivo di un altro pet possono essere fonte di stress per il cane. Andiamo a scoprire quali sono i sintomi e le cause più comuni.

cane stressato sintomi

Tutte le volte che il cane è stressato, lo “comunica” al proprietario. I sintomi dello stress nel cane sono molteplici e sono sia a livello fisiologico-funzionale che comportamentale. Andiamo a vedere quali sono i sintomi più frequenti e quali sono le cause più comuni di stress nel cane.

Quali sono i sintomi di un cane stressato?

I sintomi più frequenti che possiamo riscontrare in un cane stressato sono: nervosismo, irrequietezza, tremori, ansimazioni, reazioni eccessive, espressioni vocali esagerate, sporcare in casa, problemi gastrointestinali come diarrea o vomito, danneggiamento degli oggetti, alitosi, allergie alimentari, pica, coprofagia, problemi cutanei perdita eccessiva di pelo o prurito.

Frequenti sono anche sintomi come le stereotipie (il leccarsi ripetutamente una zampa, o una zona del corpo, l’abbaiare continuo), o forme di aggressività.

Causando una diminuzione delle difese immunitarie lo stress facilita l’ingresso di agenti patogeni. Per questo motivo, i soggetti, sottoposti a condizioni di stress, si ammalano più facilmente.

Cause di stress nel cane

Quali sono le cause di stress nel cane? I cani di qualsiasi età e razza possono essere soggetti a stress; tuttavia la soglia di stress sopportabile sia per intensità che durata è variabile per ogni individuo.

Qualsiasi cambiamento può turbare notevolmente la psiche del cane. Per esempio, l’introduzione di un altro pet o l’arrivo di un bebè nel sistema familiare potrebbe rappresentare per il cane un motivo di stress.

Altre fonti di stress nel cane possono essere: trasloco in una nuova casa, disturbi relazionali tra il pet e i suoi familiari, un lungo viaggio in automobile, in treno o in aereo, esposizioni canine, attività sportive troppo intense, eventi dolorosi come lutto o malattia del proprietario, ricovero in una pensione per animali, l’estro nella femmina, la carenza di sonno e vivere in ambienti sovraffollati e ristretti.

In caso di cambiamenti nella routine famigliare o a seguito del manifestarsi di alcuni dei sintomi elencati, è opportuno rivolgersi sempre al medico veterinario comportamentalista per far vivere al cane i cambiamenti in modo sereno e gestire lo stress.