L’importanza dello spazio nella comunicazione tra cane e pet owner

Per il cane, nel campo della comunicazione non ci sono solo i vocalizzi, le posture o gli odori, ma anche lo spazio. Pertanto, conoscere come i cani utilizzano lo spazio per interagire e comunicare tra loro e con le persone è molto importante, perché facilita i rapporti tra pet e uomo.

spazio comunicazione cane

Per il cane lo spazio ha un’importanza particolarmente rilevante nella comunicazione con le persone (o nello specifico con il pet owner), tanto che non sono ammessi errori. Basterà osservare la distanza che separa pet e persona per valutare il tipo di legame che sussiste tra loro: più è stretta la relazione tra due soggetti e minore sarà la loro distanza.

I cani sono molto gelosi dei loro spazi

Il cane è molto geloso del suo spazio e difatti, quest’ultimo riveste un ruolo importante nella comunicazione tra pet e umano.

Secondo l’antropologo statunitense Hall, esistono quattro bolle virtuali concentriche intorno al cane, dette “zone”: la zona intima tra 0-45 cm, la zona personale tra i 45 e i 120 cm, la zona sociale tra 1-3,60 metri e la zona pubblica oltre i 3,60 metri.

Ciascuna zona ha un determinato valore sociale per il pet.

Zona intima

La zona intima preclude un’estrema vicinanza tra i due soggetti: al suo interno avviene, infatti, il contatto vero e proprio, ed è per questo motivo che i cani, generalmente, tendono a condividere questa zona solo con i familiari o con persone che conoscono bene e di cui si fidano totalmente.

Ecco perché non ci si dovrebbe mai avvicinare a un cane sconosciuto, se non è lui a farlo per primo.

Se un pet è ben socializzato, tenderà comunque a non mostrare reazioni aggressive nei confronti dell’estraneo se vede che c’è stata in precedenza una certa interazione tra il proprietario e costui.

È opportuno, in ogni caso, non avvicinarsi mai all’animale utilizzando una traiettoria rettilinea, perché l’affronto diretto frontale viene visto come una sfida.

Per avvicinarsi al pet occorre sempre fare un semicerchio, e porsi al suo lato.

Le reazioni aggressive e le morsicature da parte dei cani sono, infatti, causati il più delle volte, da errori commessi dalle persone che ignorano questa disciplina.

Zona personale

La zona personale preclude una certa vicinanza tra i due soggetti, ma non il contatto. Tale distanza viene generalmente tenuta durante l’attività ludica.

Zona sociale

Nella zona sociale, invece, viene mantenuta una certa distanza che consente al cane di familiarizzare con la persona, senza però averci alcun contatto.

Zona pubblica

La zona più estesa è invece quella pubblica, in cui generalmente vengono tollerate la maggior parte delle interazioni.

Tratto da: “Il ruolo della prossemica nella comunicazione col cane” di Irene Cassi – La Settimana Veterinaria