Cinque gatti famosi nella storia, al fianco di grandi personaggi storici

gatti famosi

Celebre è la citazione che dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna. Ma forse dietro ad entrambi c’è sempre un grande gatto.

Sono numerosi i felini che sono stati al fianco di grandi personaggi storici, influenti e carismatici.

Amati, adorati, a cui hanno dedicato poesie e dipinti, i gatti sono stati al centro delle attenzioni per molti padroni celebri.

Da Winston Churchill alla Regina Vittoria, da Mussolini a Ernest Hemingway.
Vediamone alcuni.

  1. Tobia.

Era il gatto di Benito Mussolini.

Era tigrato ed era spesso al fianco del Duce, il quale, lo amava a tal punto da far collocare un ritratto del gatto tigrato nella Sala del Mappamondo, a Palazzo Venezia.

2. Cattarina

Edgard Allan Poe, il grande scrittore del romanzo “The narrative of Arthur Gordon Pym of Nantucket” era un grande “gattofilo”.

Cattarina era la sua gatta preferita e spesso girava con lei in spalla. 

3. Nelson

Era il gatto del carismatico Sir Winston Leonard Spencer Churchill.

L’ex primo ministro del Regno Unito amava moltissimo i gatti ma Nelson era sicuramente il suo preferito.

Molto spesso partecipava anche al Consiglio dei Ministri, su una sedia appoggiata esclusivamente per lui.

4. White Heather

Era il bellissimo gatto dell’austera Regina Vittoria.

La monarca inglese insomma non era famosa solo per la sua morigeratezza, le sue imprese colonialiste e aver dato luogo ad un lungo impero ma anche per la passione per i gatti. Tra tutti spiccava White Heather e si dice che fosse la Regina in persona a spazzolarlo ogni giorno.

5. Snow White

L’autore del bellissimo romanzo “Il vecchio e il mare” amava moltissimo i gatti. Si dice che nella sua residenza a Key West, in Florida, vivessero un sacco di felini ma Snow White era di certo la più amata.

Una curiosità: aveva le zampette polidattili e aveva sei “dita” per zampa.