Ara ararauna: alimentazione e cure veterinarie

Le integrazioni dall'alimentazione umana devono essere utilizzate soprattutto come premio e per rafforzare il legame con il proprietario che spesso condivide il pasto con in suo amico alato.

A cura di: Dott.ssa Elena Ghelfi

ararauna

Come per tutti i pappagalli (e non solo) vale la regola della varietà della dieta. In particolare però negli Ara ararauna sono consigliati frutta e verdure fresche, in particolare frutta tropicale nutriente (banane, mango, papaia, ananas) ma anche frutta secca con guscio (noci e anacardi e legumi), dato che in natura si nutrono spesso di particolari leguminose che trovano nelle foreste come la “fava d’anta” (Dymorphandra mollis) ed i semi dell’albero Jatobà (Hymenaea stygonocarpa).

Nel nostro continente si possono utilizzare legumi misti come piselli e fagiolini anche crudi freschi oppure ceci, lenticchie, soia ammorbiditi in acqua e bolliti.

Possono essere forniti in modiche quantità riso, pasta, pannocchie di mais immature, uova sode, yogurt magro, pane integrale.

Le integrazioni dall’alimentazione umana devono essere utilizzate soprattutto come premio e per rafforzare il legame con il proprietario che spesso condivide il pasto con in suo amico alato.

Attenzione però a cibi grassi, fritti, creme, cioccolato, dolciumi, e tutte le parti o gli alimenti già citati nel capitolo avvelenamenti.

Cure veterinarie

Un animale così complesso, coinvolgente e longevo diventa un impegno non indifferente sia da punto gestionale, psicologico ed economico (giochi, attenzioni, acquisto del soggetto e dei materiali dove farlo vivere, mantenimento con cibi adatti) sia dal punto di vista sanitario: quando un ara entra a far parte della famiglia deve necessariamente essere seguito anche da un medico veterinario esperto che sappia dare i corretti consigli e gestire i problemi durante la crescita, mantenimento e vecchiaia.

Durante la lunga vita di questo animale vanno previste visite di controllo, esami alla compravendita o routinari, eventuali emergenze o piccoli malanni… con la tempestività e l’accuratezza che richiede un animale non convenzionale.

Nota sull’Ara ararauna

L’Ara ararauna è soggetto a tutela secondo la Convenzione di Washington: viene venduto dagli allevatori con anello inamovibile e documento Cites di accompagnamento che comprovano la nascita in cattività.

Al momento dell’acquisto, è importante esigere entrambe queste cose e rifiutarsi di acquistare animali di dubbia provenienza. Alcuni soggetti possono essere marcati con un microchip dal codice univoco che deve essere riportato sul documento Cites.