Animali e vacanze, un binomio in crescita grazie ai servizi pet friendly

Viaggiare con il proprio animale domestico è un’esperienza sorprendente e lo deve essere per entrambi.

animali e vacanze

Il mese di luglio coincide con le prime vacanze, il primo bagno al mare o la prima escursione in montagna. E negli anni è cresciuto il numero di italiani che viaggiano con il proprio pet.

Secondo le ultime stime, sono circa 7 milioni i pet che viaggiano ogni anno con la propria famiglia ma purtroppo sono ancora tante (o forse troppe) le strutture alberghiere che non hanno ancora compreso l’importanza di questa tendenza e richieste dei viaggiatori accompagnati dal loro animale domestico.

I sette milioni di pet è una cifra che testimonia il grande amore degli italiani, e degli europei in genere, per gli animali, ma dall’altra parte sono ancora pochi i servizi all’altezza della situazione.

Una falla imperdonabile, che potrebbe presto essere tappata dalla nascita di servizi appositi.

Anche perché il settore pet è in crescita costante. Cresce così tanto che è stato coniato anche un termine ad hoc, ovvero Pet Economy, che contraddistingue il segmento di mercato dedicato ai servizi e ai prodotti per animali da compagnia.

In Italia vale circa 2,5 miliardi di euro (fonte: Assalco/Zoomark, anno 2018) ma le stime internazionali parlano di un fatturato mondiale di 203 miliardi di dollari in prospettiva 2025.

Prestige è la prima startup europea, basata a Milano, dedicata a 360 gradi ai servizi “pet friendly” per hotel di lusso.

La founder Nathalie Schreiner, tramite questa startup, vuole poter offrire servizi unici ed esclusivi ai clienti che viaggiano in compagnia dei propri amici a quattro zampe.

Con il Marchio Prestige Exclusive Pet Friendly Hotels – afferma Nathalie Schreiner – vuole diffondere la cultura che il pet, per chi ne possiede uno e decide di soggiornare in una struttura di lusso, deve essere trattato con egual accoglienza e riserbo. Da qui il progetto totalmente esclusivo di riservare agli amici a quattro zampe un sofà prestigioso, ciotole di design e raffinati gadgets: tutto deve concorrere a rendere l’esperienza degli ospiti unica”.

L’intento di Prestige non è solo migliorare e nobilitare la permanenza dei pet nelle strutture ma fornire agli alberghi un vero strumento di marketing: il 46% dei viaggiatori decide di partire per le vacanze solo se anche il proprio animale può farlo.