Un cane prova dolore per la morte di un altro cane in famiglia

I risultati di una ricerca dell'Università di Milano in collaborazione con quella di Padova indicano che un cane può mostrare comportamenti legati al dolore quando muore un conspecifico stretto.

0

A cura di: Dott.ssa Monica Viacava

dolore morte cane

Un recente studio condotto dall’Università degli Studi di Milano in collaborazione con l’Università di Padova ha dimostrato che un cane può provare dolore per la morte di un altro cane appartenente alla sua stessa famiglia.

I comportamenti di lutto negli animali

I rituali per la morte di un altro animale sono ampiamente riportati in specie sociali come grandi scimmie, balene, delfini, elefanti e uccelli.

Nei primati e nei cetacei si sono visti individui che sostenevano fisicamente e/o trasportavano un conspecifico deceduto per periodi che andavano da ore a più di un mese.

In effetti, diverse specie animali mostrano risposte complesse nei confronti dei loro morti.

Nei cani selvatici raramente si ha notizia di reazioni comportamentali nei confronti di un conspecifico morto.

dolore morte cane carezza

Per quanto riguarda i cani da compagnia, c’è una lunga storia di resoconti da parte dei proprietari su individui in lutto per la perdita di un compagno conspecifico.

Tuttavia, pochi dati scientifici documentano reazioni comportamentali simili al dolore per un lutto nei cani domestici.

Dolore e sofferenza per la morte di un altro cane

Uno studio dell’Università degli Studi di Milano in collaborazione con l’Università di Padova ha quindi voluto analizzare se esiste un comportamento di lutto nei cani da compagnia.

Hanno cercato cioè di capire se, come e cosa può provare un cane per la perdita di un cane da compagnia.

I risultati sono appena stati pubblicati sulla rivista specializzata Scientific Reports.

I ricercatori, coordinati dalla dott.ssa Federica Pirrone, ricercatrice di Etologia Veterinaria dell’Università di Milano, hanno intervistato 426 proprietari di almeno due cani a cui ne era morto uno, mentre l’altro era ancora in vita.

È stato loro proposto un questionario riguardante gli eventuali cambiamenti del comportamento e delle emozioni nei loro animali.

Secondo le risposte dei proprietari, il comportamento del cane sopravvissuto è cambiato sia in termini di attività (“giocare”, “dormire” e “mangiare”), che di emozioni (paura).

Dall’indagine è risultato infatti che l’86% dei proprietari intervistati ha visto nel proprio cane comportamenti negativi, ricerca di attenzioni e apatia dopo la morte dell’altro cane.

Questi animali erano meno attivi del solito, mangiavano e giocavano meno e ricercavano le attenzioni del proprietario.

Questo succedeva però solo quando i due cani erano legati da una relazione particolarmente amichevole o addirittura da un legame genitore-figlio.

Anche il fatto che i cani condividevano il cibo influenzava il loro comportamento.

dolore morte cane padrone

Comprendere i comportamenti di lutto nel cane

I cambiamenti comportamentali osservati nei cani e la loro associazione con la relazione sociale instaurata potrebbero essere indicativi di stress da separazione dopo la perdita.

La comprensione dei comportamenti dopo la morte di un conspecifico può essere utile per riconoscere i bisogni emotivi di questi animali.

Tuttavia, concludono i ricercatori, anche se “è riconosciuta l’importanza di questi risultati, non possiamo ancora confermare che si tratti di dolore. Sono chiaramente necessarie ulteriori ricerche.