Udito dei gatti: come sentono e come funziona l’orecchio

Un gatto può spostare il corpo in una direzione e le orecchie in un'altra. Per esempio, il gatto gira le orecchie all’indietro quando sta giocando o per ascoltare un suono che viene da dietro. L’angolo delle orecchie è un indizio importante del suo umore!

A cura di: Dott.ssa Francesca Serena

udito dei gatti

Trentadue diversi muscoli in ogni orecchio permettono ai gatti un udito direzionale: un gatto può spostare indipendentemente ogni orecchio dall’altro. A causa di questa mobilità, un gatto può spostare il corpo in una direzione e le orecchie in un altra.

La maggior parte dei gatti hanno orecchie diritte verso l’alto.

Diversamente che nel cane, le razze feline con le orecchie basse sono estremamente rare (gli Scottish Fold sono una mutazione eccezionale).

L’udito dei gatti permette di sentire suoni a frequenze molto alte

Se è arrabbiato o spaventato, un gatto piega le orecchie, per accompagnare i sibili o i ringhi emessi.

I gatti inoltre girano le orecchie all’indietro quando stanno giocando, o per ascoltare un suono che viene da dietro. L’angolo delle orecchie è un indizio importante del loro umore.

I gatti e gli esseri umani hanno una gamma uditiva simile sulla parte bassa della scala, ma i gatti possono sentire i suoni a frequenze molto alte, fino a 64 chilocicli, che è 1.6 ottavi sopra la gamma di un essere umano e perfino un’ottava sopra la gamma di un cane.

E l’odorato del gatto?

L’odorato di un gatto domestico è circa quattordici volte più forti di quello umano.

I gatti hanno un olfatto acuto, e ciò è dovuto in parte al loro bulbo olfattivo ben sviluppato ed anche ad una grande superficie della mucosa olfattiva: nei gatti questa mucosa è circa due volte quella degli esseri umani e soltanto 1.7 volta meno che il cane medio.

I gatti hanno una forte risposta all’aroma del nepetalactone, un composto chimico che si trova nell’erba gatta (catnip) e possono rilevare questa sostanza a concentrazioni inferiori ad una parte per miliardo.

I gatti sono inoltre sensibili ai feromoni quale 3-Mercapto-3-methylbutan-1-ol, che usano per comunicare attraverso lo spruzzo di urina e attraverso le marcature con le ghiandole del muso.

I gatti inoltre hanno un organo di senso nel palato denominato organo vomeronasale (o di Jacobson).

Quando un gatto arriccia il muso, abbassa il mento e sonda l’aria con la lingua, sta utilizzando l’organo vomero nasale. Ciò è denominato “reazione Flehming”.

Insomma, i gatti hanno udito e odorato formidabili!