Sterilizzazione precoce del gatto: quali conseguenze?

Nel gatto la sterilizzazione precoce, cioè prima delle canoniche 6-9 settimane d’età, può avere delle conseguenze comportamentali o fisiche sull'animale? Scopriamolo.

0
sterilizzazione precoce gatto

Nel gatto la sterilizzazione è eseguita generalmente dopo le 6-9 settimane d’età, ma in alcuni casi può essere anche più precoce.

Nelle razze giganti, come ad esempio il Maine Coon e il Norvegese delle Foreste, invece, potrebbe essere posticipata per permettere all’animale un corretto sviluppo muscolo-scheletrico.

Quando nel gatto si esegue una sterilizzazione precoce

Il Medico veterinario può trovarsi di fronte alla richiesta di sterilizzazione precoce di un gattino di 2-3 mesi piuttosto che una sterilizzazione classica intorno ai 6-9 mesi.

La domanda di sterilizzazione precoce riguarda prevalentemente gattili, rifugi o allevamenti.

sterilizzazione precoce gatti vet

La sterilizzazione anticipata dei gatti liberi è effettuata soprattutto in un contesto di gestione delle popolazioni e di salute pubblica (proliferazione dei gatti randagi) o anche per la protezione della fauna selvatica.

Quando si parla di gatti di razza invece le motivazioni che spingono proprietari e allevatori a questa richiesta sono invece più oscure.

Conseguenze della sterilizzazione precoce nel gatto

Modificazioni del comportamento

I dati sulle conseguenze della sterilizzazione precoce rispetto a quella tradizionale sul comportamento del gatto sterilizzato non sono chiari o per lo meno lo sono solo in minima parte.

Sembra solo accertato che, qualunque sia l’età, la castrazione elimina comportamenti sessuali come miagolii, marcature urinarie, litigi tra esemplari della stessa specie, vagabondaggio.

Modificazioni fisiche

Le conseguenze ortopediche della sterilizzazione precoce sono trascurabili nella specie felina.

Questa potrebbe però predisporre le razze feline a crescita tardiva a fratture di tipo Salter-Harris, per via del ritardo della chiusura delle cartilagini di accrescimento.

Vale la pena segnalare che i gatti sterilizzati precocemente saranno più alti.

L’aumento del rischio di malattie delle basse vie urinarie, attribuito alla sterilizzazione precoce, è principalmente legato al maggior rischio di sovrappeso/obesità.

La castrazione ha invece un impatto sulla dimensione del pene, ma non su quella dell’uretra.

sterilizzazione precoce gatti casa

Monitorare l’alimentazione dopo la sterilizzazione

L’alimentazione è un elemento importante da tenere in considerazione perché la sterilizzazione è il primo fattore di rischio per l’obesità nel gatto, prima della sedentarietà e del cibo secco.

L’età alla sterilizzazione non ha alcuna influenza su questa condizione.

Questo tranne per il fatto che il gatto sterilizzato precocemente è più alto e quindi pesa necessariamente di più, perché è più grosso.

Quindi è necessario valutare lo punteggio della condizione corporea (body condition score) ovvero lo stato nutrizionale dell’animale.

Teoricamente, dopo la sterilizzazione è consigliabile limitare l’apporto calorico a 40 kcal/kg (80% del fabbisogno energetico).

Questo mantenendo però una concentrazione minima di nutrienti essenziali e un volume minimo.

Ad esempio aggiungendo una frazione di cibo umido, che contiene un maggior quantitativo d’acqua.