Beluga: in Islanda aprirà per loro il primo santuario in mare aperto

0
beluga

L’Islanda accoglierà il primo santuario – in mare aperto – per le balene Beluga nel mondo. Gli “ospiti” di questo progetto sono i cetacei che hanno vissuto in cattività, come negli acquari o nei parchi faunistici.

L’apertura è prevista per la primavera del 2019.

DOVE SORGERÀ IL SANTUARIO PER BELUGA?

Il santuario si troverà nella baia di Klettsvik, nell’isola di Heimaey, una delle Vestman. I primi due arrivati saranno le femmine di beluga “Little Grey” e “Little White”. Ad annunciarlo l’associazione Trust Sea Life che sta lavorando al progetto insieme all’organizzazione Whale and Dolphin Conservation (WDC).

QUAL È L’OBIETTIVO DEL PROGETTO?

L’obiettivo del progetto è di favorire la reintroduzione di questi animali marini, che hanno vissuto per anni e anni in cattività, nel loro habitat naturale e in questo modo di contribuire anche alla fine degli spettacoli di intrattenimento e ludici che vedono protagonisti questi splendidi cetacei.

LA NUOVA CASA SUBARTICA 

La “location” scelta, nell’insenatura marina della baia di Klettsvik, offrirà 32.000 metri quadrati di acque profonde alle beluga e quest’ultime condivideranno la loro nuova casa con una ricca varietà di flora e fauna autoctona.

Le beluga “Little white” e “Little Grey”, di dodici anni d’età, sono seguite da un gruppo di medici veterinari specializzati in animali marini e esperti biologi in modo da essere preparate e pronte per affrontare un viaggio di quasi 10.000 chilometri dalla loro attuale casa, l”acquario Changfeng Ocean World en Shanghái (China), fino alla loro nuova casa subartica.

La speranza è che il santuario incoraggi i parchi di intrattenimento a rilasciare balene e delfini nei loro habitat naturali. «Riteniamo che questo ispirerà altre strutture a spostare i loro beluga, balene e delfini in santuari in altre parti del mondo», ha dichiarato Cathy Williamson della Whale and Dolphin Conservation.