Pica nel cane: cos’è? come si cura questo comportamento?

La pica è un comportamento anomalo del cane, il quale, tende ad ingerire oggetti o sostanze non commestibili come feci, spazzatura o piccole pietre. Esiste una soluzione a tale comportamento?

pica nel cane

Il comportamento di pica nel cane consiste nell’ingestione persistente di sostanze non nutritive, che si ripete in modo più o meno regolare.

Da cosa origina il comportamento di pica nel cane?

L’origine del comportamento di pica (o picaismo) è sconosciuta.

Alcuni studiosi affermano che la pica può essere legata a una carenza alimentare, altri la associano a una tossicosi da zinco, altri ancora a disturbi del sistema nervoso centrale, come l’encefalopatia epatica.

In generale, è possibile affermare che non è un comportamento alimentare anomalo, anzi esso fa parte del comportamento esplorativo dell’ambiente circostante, eseguito soprattutto dal cane quando è giovane.

Non si può parlare di pica se il vostro animale domestico si limita solo a rosicchiare certi oggetti senza ingerirli.

Spesso la voglia dei cuccioli di mettere tutto in bocca ha una funzione esplorativa, ma il comportamento diventa disfunzionale quando il cane trova una gratificazione nell’ingerire qualcosa di inorganico.

È grave se questo disturbo permane anche in età adulta poiché cronicizza trasformandosi in un comportamento ossessivo-compulsivo.

I sintomi della pica

Questo comportamento scatena diversi sintomi tra cui:

  • disturbi gastrici
  • diarrea, vomito
  • alito cattivo
  • letargia
  • iperattività.

Come si può risolvere?

Ad ogni modo il sistema migliore per scoraggiare questo tipo di comportamento, qualora assuma una connotazione particolarmente esagerata o grave, è quello di riprendere il cane ogni volta che presenta tale atteggiamento e di incoraggiare e/o distoglierlo mediante altri diversivi, fino a quando riprende un comportamento normale.

È tuttavia consigliato far comunque riferimento al proprio Medico Veterinario di fiducia, il quale, saprà sicuramente indicare/consigliare il percorso diagnostico/terapeutico più appropriato.

CONDIVIDI