Miti e leggende alimentari: quali sono? scopriamole insieme!

I luoghi comuni e le credenze, spesso senza alcun fondamento, inducono il proprietario di un cane a compiere errori di alimentazione che vanno, invece, superati ed evitati.

leggende alimentari

Cosa sono le leggende alimentari

Nel mondo dell’alimentazione del cane esiste una quantità impressionante di pregiudizi, dicerie e leggende alimentari molto spesso prive di fondamento o ingigantite dal passaparola.

Spesso queste leggende alimentari non sono altro che voci che attribuiscono a uno o un altro alimento particolari doti terapeutiche o capacità di provocare l’insorgenza di una patologia mortale.

Le leggende alimentari più comuni

Il cioccolato

Uno degli alimenti più temuti è il cioccolato, spesso invece molto amato dal cane. Il cioccolato contiene la “teobromina”, un principio che risulta tossico per il cane se ingerito in grandi quantità.

La tossicità della teobromina nel cane è legata a una ritardata e scarsa capacità dell’animale nel metabolizzare la teobromina all’interno del proprio organismo.

Il pesce

Molti cani amano il pesce e molte diete alimentari prevedono questo alimento come fondamento. La somministrazione, tuttavia, di una dieta basata su grosse quantità di pesci “grassi” non accompagnata da un’adeguata integrazione di vitamina E può determinare che si manifesti una carenza di tale vitamina.

Da evitare il pesce crudo: contiene un enzima (tiaminasi) in grado di provocare la distruzione della tiamina, una vitamina del complesso B.

Grassi e trigliceridi

Spesso molti petowners si preoccupano dell’alto contenuto in lipidi (trigliceridi e colesterolo) dei mangimi destinatari ai cani, credendo che infarto e arteriosclerosi possano colpire anche il proprio cane.

Il cane, come anche il gatto, possiede invece delle capacità fisiologiche in grado di metabolizzare elevati livelli di grassi, livelli molto superiori a quelli umani, dato che queste specie traggono gran parte dell’energia loro necessaria dai lipidi.

Leggende alimentari: la conclusione?

È importante sempre fare molta attenzione prima di modificare la dieta del cane in base a dicerie o leggende alimentari giunte dal passaparola e non confrontare mai la dieta umana con quella del cane (i nostri problemi alimentari non possono essere rapportati a quelli del cane).

Prima di intraprendere qualsiasi cambio di dieta o per qualsiasi dubbio che riguarda l’alimentazione del proprio cane, è fondamentale rivolgersi al proprio medico veterinario di fiducia.

CONDIVIDI