Il lupo: litiga spesso ma fa la pace subito senza serbare rancore

0
il lupo

Il lupo conosce l’arte della riconciliazione. Capace di fare la pace e di tener minor rancore, rispetto ai – suoi “cugini” alla lontana – cani, è capace di fare pace molto velocemente.

Dopotutto chi si arrabbia facilmente, chi si “infiamma” per un non nulla come si suol dire, è anche il primo a far pace, non tenendo alcun muso e alcun screzio sulle spalle. Ed è anche così tra i lupi.

Sono animali abbastanza litigiosi, in cui, per rispettare le gerarchie del branco, si verificano spesso liti, screzi o “incomprensioni”.

Uno studio pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science ha indaga la capacità dei lupi di appianare i contrasti.

È stato analizzato il comportamento post-litigio di quattro branchi di lupi selvatici tenuti in cattività per la durata dello studio e quello che è emerso è positivo: i conflitti sono stati di breve durata, dopo poco tempo lo scontro (addirittura dopo dieci minuti) si sono visti spesso i due contendenti giocare insieme.

La ricerca conferma che il lupo sa mettere da parte le divergenze e fare subito la pace, tanto da non solo non aver più rancore verso il suo simile o evitarlo ma addirittura comportarsi come se nulla fosse successo.

Il motivo, secondo i ricercatori, della veloce riconciliazione dopo i litigi, da parte dei lupi, è una abilità fondamentale per la loro stessa sopravvivenza.

Il branco deve essere unito, deve collaborare e cooperare sempre insieme, ognuno all’interno del branco svolge un ruolo specifico e indispensabile. Non ci possono essere crepe.

I lupi devono andare d’accordo sempre, al fine di cacciare, portare a casa una preda per sfamarsi e anche per proteggersi a vicenda in caso di attacchi esterni.

D’altro il cane si comporta in maniera differente: meno litigioso del lupo ma meno incline a fare pace una volta avuto uno screzio con un suo simile.