Dagli USA arriva Dog TV, un canale televisivo solo per i cani

Negli Stati Uniti un team di ricercatori ha ideato un canale televisivo indirizzato appositamente ai cani con una serie di programmi che siano ben visibili da loro e che vengano utilizzati con un fine specifico. Inoltre, anche gli stessi suoni così come la musica di sottofondo sono stati studiati appositamente per fido!

dog TV

Negli USA un team di ricercatori della Tufts University di Boston ha creato, nel 2012, un canale televisivo chiamato Dog TV, indirizzato specificatamente ai cani. L’idea è nata dall’esigenza di fornire dei programmi televisivi che fossero ben visibili dai cani e che venissero utilizzati con un fine specifico.

Dog TV, un canale con programmi in onda 24 ore su 24

I programmi di questo canale che va in onda 24 ore su 24 hanno immagini con fotogrammi molto rapidi e con colori visibili dal cane.

Questo canale televisivo è indirizzato esclusivamente al pubblico canino con lo scopo di favorire il suo benessere psico-fisico: i suoni così come la musica di sottofondo sono stati studiati appositamente per fido.

La televisione è un mezzo utile per attivare la mente del cane, in quanto sono presenti stimoli e informazioni che possono essere successivamente utilizzati dall’animale. Le immagini e i suoni stimolano l’attività cognitiva dell’animale.

Secondo un team di ricercatori di VetAgroSup, i cani non solo riuscirebbero a seguire con particolare interesse certi programmi televisivi, specialmente quelli naturalistici, dove il personaggio principale è un conspecifico, ma anche a provare certe emozioni alla vista di alcune immagini.

Molta musica e poche parole

È un canale televisivo quasi muto, caratterizzato solo da rumori, musica e con pochissime parole.

I programmi generalmente hanno una durata di 3-6 minuti e sono divisi in tre categorie: rilassamento, stimolazione e perfezionamento dei comportamenti.

I programmi che hanno lo scopo di far rilassare il cane e che quindi saranno rivolti a soggetti con arousal alto, sono più lenti, con molti suoni della natura e inquadrature che si muovono molto lentamente.

I programmi “stimulation, indicati per soggetti con arousal basso, invece, tendono ad avere come protagonisti cani felici che giocano a palla e, generalmente, sono caratterizzati da un montaggio decisamente più dinamico.

Tratto da: “I cani vedono la TV?” di Irene Cassi – La Settimana Veterinaria