Collare e guinzaglio: come abituare il cucciolo a portarli?

È necessario abituarlo progressivamente al guinzaglio, inizialmente attaccandolo al collare ma senza impugnarlo; contestualmente si può richiamare l’attenzione del cucciolo, ad esempio tenendo in mano un giochino o un bocconcino.

0

A cura di: Dott. Riccardo Benedetti

collare

È buona norma che il cucciolo porti un morbido e leggero collare fin dai primi giorni. Dovrebbe essere di stoffa o di morbidissima pelle e andrebbe stretto in modo da non creare fastidi di alcun genere e da evitare che possa impigliarsi o sfilarsi facilmente.

La prima volta che il cucciolo mette il collare ne sarà senz’altro infastidito e quindi occorre procedere gradualmente, lasciandolo inizialmente per pochi minuti, preferibilmente mentre gioca o mangia, per poi progressivamente aumentare il lasso di tempo in cui viene indossato fino a lasciarlo per tutta la giornata.

Allo stesso modo è necessario abituarlo progressivamente al guinzaglio, inizialmente attaccandolo al collare ma senza impugnarlo; contestualmente si può richiamare l’attenzione del cucciolo, ad esempio tenendo in mano un giochino o un bocconcino, e solo dopo che ha imparato a seguirvi in casa per brevi tratti impugnare il guinzaglio invitandolo a seguirvi sempre proponendo un premio.

In seguito sarà possibile applicare il guinzaglio all’esterno, partendo dai luoghi più familiari. Le passeggiate dovranno anche servire ad abituare i cuccioli ai rumori del traffico, ai bambini, a persone vestite in modo diverso etc.

Infine è bene ricordare che:

• Bisogna premiare il cucciolo quando si comporta bene, più che punirlo quando si comporta male;

• Le punizioni fisiche vanno evitate;

Ignorate i comportamenti sgraditi: essere ignorati è per i cani già una punizione;

Non permettete al cucciolo di montarvi, anche se la cosa vi sembra divertente;

Scegliete Voi il posto dove il cane deve dormire o riposare; questo posto deve essere tranquillo e lontano dai luoghi di passaggio (porte, corridoi);

• Fate in modo che non salga su divani e poltrone senza permesso;

Non date bocconcini dalla tavola;

• Siate coerenti nei Vostri comportamenti;

• Se il cucciolo dimostra di aver paura di qualcosa o di qualcuno non forzatelo al contatto né cercate di calmarlo carezzandolo: la migliore dimostrazione che non c’è da temere viene dal comportarsi come nulla fosse.

Ricordate che il Vostro Medico Veterinario di fiducia è la persona più adatta a cui rivolgersi in caso di dubbi, non solo per quanto riguarda la salute ma anche per l’educazione del Vostro cane.