Stress: anche gli animali esotici possono soffrirne molto

A cura di: Dott. Kiumars Khadivi-Dinboli

stress

Lo stress è un fattore molto importante da considerare nel mantenimento e allevamento degli animali esotici e non va mai sottovalutato. Non sempre gli animali esotici sono sottoposti a stress, ma le cause sono numerose e spesso vengono tralasciate.

Esistono vari tipi di stress: i più frequenti si evidenziano maggiormente negli animali di cattura, tuttavia vi sono numerose specie animali che nonostante siano state riprodotte in cattività hanno un’indole molto paurosa e timida.

Per questo è necessario avere informazioni adeguate sulla vita delle singole specie animali, la cattura, il trasporto e i fattori di stress.

Gli animali esotici possono subire situazioni stressanti in diverse tappe del loro percorso: dalla cattura – nel caso di animali prelevati in natura – all’importazione, dalla  sistemazione in negozio fino al suo arrivo a casa del proprietario finale.

LO STRESS DURANTE IL TRASPORTO

Spesso gli animali vengono importati mediante diversi mezzi di trasporto (via aerea, mare o terra) in scatole, cartoni o gabbie relativamente piccole ed in numero estremamente elevato (per esempio uccelli e camaleonti).

Di solito nel viaggio una gran parte degli animali perdono la vita, quelli sopravvissuti dopo la cattura subiscono un primo stress immenso dovuto al trasporto e una volta arrivati dal distributore/grossista vengono tenuti insieme in numero elevato in contenitori piccoli, dove subiscono un ulteriore stress.

LO STRESS IN NEGOZIO

Acquistati dal negoziante gli animali possono essere tenuti in numero elevato in un contenitore piccolo o con altre specie di animali più aggressive, oppure in zone di passaggio per metterli in mostra e con un arredamento incompleto o insufficiente.

Infine gli animali possono essere venduti ad un cliente finale che per mancanza di conoscenza, li tiene in ambienti inadeguati dove l’animale subisce uno stress cronico.

COME SI MANIFESTA?

Lo stress può causare diversi problemi che si possono manifestare in modi diversi, i più visibili sono:

  • Abbattimento del sistema immunitario che si manifesta con una sensibilità maggiore da parte degli animali alle malattie e una reazione devastante su traumi minori (per esempio da una piccola ferita può partire una setticemia letale).
  • Depressione: l’animale non reagisce più sugli stimoli, non si nutre, non beve e deperisce lentamente.
  • Problemi gastrointestinali possono manifestarsi con il rifiuto del cibo da parte dell’animale stressato oppure con il rigetto del nutrimento appena assunto. Un’altra manifestazione di stress a livello gastrointestinale può essere il blocco intestinale che se non risolto velocemente può causare gravissimi danni all’apparato digerente.
  • Animali in riproduzione. Spesso gli animali vengono catturati nel periodo della riproduzione. Gli stress subiti possono causare negli ovipari ritenzione di uova oppure problemi nel parto in caso di animali ovovivipari o vivipari.
  • Comportamenti autolesivi come spiumaggio, barbering (rosicchiamento del pelo) o auto-amputazione delle estremità.

CONOSCERE LE ESIGENZE DELL’ANIMALE È FONDAMENTALE

Per limitare i danni è bene che il detentore sia sempre informato a fondo sull’animale, l’ambiente necessario, l’alimentazione e il comportamento.

In caso di animali timidi oppure facilmente stressabili è importante che vengano stabulati in luoghi tranquilli.

Lasciando sempre a disposizione nascondigli, dove l’animale può ritirarsi e sentirsi più a suo agio.

Evitare contatto con altri animali domestici che possono rappresentare una minaccia.

Gli animali non vanno tenuti in grandi numeri in uno stesso recipiente dove possono insorgere problemi di territorialità oppure aggressioni tra gli individui e naturalmente prima di stabulare insieme più specie diverse occorre informarsi sulla compatibilità.

stress-2

Un altro fattore importante per ridurre lo stato di stress è tenere animali che hanno bisogno di grandi spazi in gabbie o contenitori adeguati.

Con pochi accorgimenti si posso evitare danni agli animali.

Per evitare danni agli animali che già naturalmente sono sottoposti a stress, come per esempio rettili, uccelli ed alcuni tipi di mammiferi esotici è sempre consigliabile mantenere un ambiente idoneo che soddisfi la necessità del animale.

Inoltre è sempre meglio ricordarsi che è molto dannoso per la maggior parte degli animali esotici fare passeggiate al guinzaglio in pieno centro città.

MENO STRESS!

Gli animali più facilmente stressabili sono quelli catturati in natura. Quindi per evitare uno dei fattori di stress maggiori, quando possibile, è sempre meglio acquistare animali riprodotti in cattività.

Meglio ancora se è possibile acquistare direttamente da allevatori o riproduttori nazionali.

Gli animali esotici sono spesso soggetti a patologie derivanti da stress ma con pochi accorgimenti mirati ed adeguati, si può ridurre questo fattore ed avere animali belli e sani.

CONDIVIDI