Vaccinazione degli animali: celebrata la prima giornata mondiale

L’intenzione è quella di rendere questa giornata un appuntamento annuale: quest'anno la giornata inaugurale si è concentrata sull’importanza della vaccinazione per gatti.

0
vaccinazione carenza vaccini

Si è tenuta il 20 aprile scorso la prima giornata mondiale per la vaccinazione degli animali, voluta da HealthforAnimals e dalla Federation of Veterinarians of Europe (Fve), il cui intento è stato quello di aumentare la consapevolezza del ruolo vitale che i vaccini svolgono nella protezione della salute degli animali e, di conseguenza, anche delle persone.

L’intenzione è quella di rendere questa giornata un appuntamento annuale, ogni anno con un tema diverso: la giornata inaugurale si è concentrata sull’importanza della vaccinazione per gatti e sulla conservazione di questi vaccini aggiornati.

Per esempio, grazie alla vaccinazione diffusa meno dell’1-2% dei gatti sani nel mondo ha la leucemia felina.

Il 75% di tutti i nuovi agenti patogeni umani proviene da animali e pertanto i vaccini sono fondamentali per limitare la futura diffusione di malattie infettive tra gli animali e le persone in tutto il mondo.

Carel du Marchie Sarvaas, direttore esecutivo di HealthforAnimals, ha affermato: “I benefici della vaccinazione sono molteplici. La vaccinazione non solo protegge la salute degli animali e migliora il benessere attraverso una riduzione delle malattie, ma è anche fondamentale per proteggere la salute umana. Ad esempio, vaccinare solo il 70% della popolazione di cani è sufficiente per eliminare il rischio di infezioni da rabbia nelle persone. La vaccinazione di animali destinati alla produzione di alimenti contribuisce a garantire un approvvigionamento sicuro e sostenibile di proteine, che è particolarmente importante in quanto la popolazione continua a crescere”.

René Carlson, presidente della Fve, ha aggiunto: “I gatti ricevono molta meno attenzione dall’assistenza sanitaria preventiva, compresa la vaccinazione, rispetto alla maggior parte delle altre specie domestiche. Il motivo principale è che circa il 50% dei proprietari di gatti visita un medico veterinario solo quando i suoi gatti sono malati o feriti. Tuttavia, la vaccinazione aiuta a proteggere il gatto da diverse malattie gravi e/o mortali ed è il metodo più efficace e meno costoso per mantenere i gatti sani in primo luogo. Le decisioni sui vaccini per i gatti si basano sull’età del gatto, lo stile di vita, il contatto con altri gatti e la disponibilità di vaccini autorizzati nel paese, quindi è importante discutere di quali vaccini il gatto ha bisogno con il medico veterinario locale”.

FONTE: La Settimana Veterinaria