Chow Chow

    Razza conosciuta in Cina da più di duemila anni, il cane Chow Chow crea meraviglia per il suo aspetto maestoso con criniera leonina e caratteristica lingua blu. Conosciamolo meglio.

    0
    Chow Chow
    Annuncio

    Il Chow Chow è un a razza conosciuta in Cina da più di duemila anni, dove era adibita alla caccia e alla difesa del territorio da lupi e leopardi, ma anche alla protezione dei templi in Mongolia e Tibet.

    È un cane che crea meraviglia per il suo aspetto maestoso con criniera leonina e l’espressione dolce ma fiera, quasi accigliata.

    Presenta due particolari unici: la lingua e le mucose orali pigmentate di blu, oltre alla caratteristica andatura a pendolo con passi corti.

    Origine del Chow Chow

    Originaria della Mongolia e introdotta poi in Cina, questa razza canina è molto antica.

    Fece la sua comparsa in Europa solo a metà dell’800, quando alcuni esemplari furono portati in Inghilterra a bordo dei mercantili.

    Che sia una razza primitiva forse discendente dall’Hemicyon, un mammifero estinto e ibrido tra orso e cane, o invece un incrocio tra spitz asiatico e mastino tibetano creato dall’uomo non è certo.

    Rimane però un compagno fedele dell’uomo, che ha dimostrato grande versatilità nei numerosi compiti che ha rivestito, dalla caccia alla guardia delle abitazioni o dei luoghi sacri come le statue simboliche e protettive dei cani leoni guardiani (Shishi o cani Foo).

    La lingua e le mucose della cavità orali sono blu, non cianotiche per uno stato di ipossia del sangue, ma per la tipica pigmentazione.

    Questa peculiarità ha dato origine a varie leggende, come quella di quando Buddha dipinse il cielo di blu in compagnia di un Chow Chow, che leccò le gocce cadute sulla terra, dipingendosi la lingua dello stesso colore.

    L’esemplare “Jofi” è stato il fedele amico a quattro zampe del padre della psicoanalisi Sigmund Freud, a cui dava “il senso di una vita semplice e libera da conflitti”, nonché diretto collaboratore con i suoi pazienti, di cui percepiva gli stati d’animo.

    Caratteristiche fisiche

    Osservando questa razza, quasi si avverte la sontuosità di un leone grazie al suo portamento dignitoso e fiero, la folta criniera e il pelo dorato, la corporatura compatta e ben proporzionata.

    Taglia e peso del cane di razza Chow Chow

    L’altezza al garrese nei maschi è di 48-56 cm, mentre nelle femmine di 46-51 cm.

    Il peso dei cani di razza Chow Chow varia in funzione della struttura fisica: tra i 20-27 kg per le femmine e i 25-32 kg per i maschi.

    Morfologia

    Il Chow Chow ha una testa voluminosa, larga e piatta, con stop poco pronunciato.

    Chow Chow verticale

    Il suo collo non è corto e conferisce invece il portamento orgoglioso della testa al di sopra della linea dorsale.

    Il muso è squadrato con tartufo grosso e largo. Gli occhi sono scuri, di forma ovale e di grandezza media, non coperti da pliche, e sono seri e attenti.

    Il colore della lingua blu e delle mucose gengivali e delle labbra è dovuto alla presenza di cellule pigmentate in cavità orale e assume questa colorazione entro i due mesi di età.

    I cuccioli nascono quindi con la lingua rosa.

    Il colore blu può essere più diluito di tonalità nei cani con mantello crema e bianchi.

    I denti sono forti e ben allineati: 44 denti come gli orsi, due in più rispetto agli altri cani. Le mascelle hanno una completa chiusura a forbice.

    Le orecchie sono piccole, un po’ arrotondate all’estremità, distanziate, e puntano in avanti, conferendo un’espressione crucciata (“scowl”), che non deve mai essere il risultato del rilassamento e delle pieghe della pelle della fronte.

    Gli arti anteriori hanno avambracci dritti, i posteriori hanno invece il ginocchio appena angolato e dal garretto in giù l’arto non si flette in avanti.

    I piedi piccoli e rotondi da gatto, si appoggiano sulle dita.

    La coda è portata nettamente sul dorso e dovrebbe essere sempre in grado di muoversi liberamente.

    Mantello del Chow Chow

    Esistono due varietà: a pelo lungo e a pelo corto.

    Nei soggetti a pelo lungo, questo è abbondante, con sottopelo morbido e lanoso, più pelo di copertura di tessitura ruvida, dritto e scostato.

    Molto folto attorno al collo dove forma la caratteristica criniera e delle “culotte” nella parte esterna e posteriore delle cosce.

    Il pelo corto, negli esemplari Smooth Chows, è abbondante, fitto, diritto, con tessitura soffice che lo fa sembrare un peluche.

    Il mantello è monocolore nero, rosso, blu, cerbiatto, crema o bianco, molto spesso sfumati, ma non pezzati o di più colori.

    La parte inferiore della coda e la regione posteriore delle cosce sono spesso più chiare.

    Andatura

    Il passo del Chow Chow è corto, non goffo; è affascinante in quanto la levata degli arti posteriori non si spinge in alto e vista di profilo oscilla come un pendolo.

    Gli arti anteriori e posteriori si muovono liberamente in avanti su piani paralleli.

    Chow Chow primo piano

    Carattere del Chow Chow

    Indipendente e tranquillo, molto affettuoso con il proprietario, ma più riservato con gli estranei.

    La diffidenza nei confronti degli sconosciuti e il comportamento molto territoriale rendono il Chow-Chow un ideale cane da guardia.

    È piuttosto caparbio e non ama particolarmente compiacere il padrone, ragion per cui è bene investire del tempo nella sua educazione e corretta socializzazione fin da cucciolo.

    Per questo bisogna fare in modo che risponda ai richiami espressi in maniera comprensibile e portati avanti con coerenza, continuando a perseverare con tanta pazienza.

    Predilige lunghe passeggiate e attività sportive che non richiedano sforzi prolungati sulle articolazioni.

    È consigliato prestare attenzione nei periodi più caldi, in quanto potrebbe dare segni di insofferenza.

    Cure e aspettative di vita

    Il suo mantello necessita di spazzolate quotidiane, soprattutto nella varietà con pelo più lungo, per evitare che si formino nodi e conseguenti problemi dermatologici.

    Particolare attenzione va rivolta anche alla pulizia degli occhi e all’igiene delle pieghe cutanee, perché l’abbondanza di pelo in questa zona può trattenere sporcizia.

    Potrebbe essere necessario anche un bagno una volta al mese.

    È una razza che può essere predisposta ad alcune patologie quali:

    Ha una vita media tra i 12 e i 14 anni.

    Codice FCI 205
    Gruppo 5 – Cani di tipo Spitz e tipo primitivo
    Sezione 5A – Spitz asiatici e razze affini

    Annuncio