Cane Corso

    0
    cane corso in natura

    L’italianissimo Cane Corso discende direttamente dal molosso romano, che accompagnò gli antichi Romani tra ascese e conquiste dell’Impero.

    Cane versatile impiegato durante le guerre, chiamato a sorvegliare le greggi e masserie, usato come cane da guardia, ma anche per la caccia ad animali di grossa taglia come orsi e cinghiali.

    Molto diffuso in Italia meridionale, soffrì l’abbandono delle campagne nei primi del ‘900, rischiando l’estinzione.

    I pochi esemplari rimasti in Puglia portarono al recupero della razza da parte di allevatori affezionati intorno agli anni ‘70.

    La razza è stata riconosciuta tale della F.C.I. nel 1994, rientrando nel gruppo 2 sezione 2A molossoidi di tipo mastino.

    Aspetto del Cane Corso

    Di taglia medio-grande, è un animale robusto e al contempo elegante, ed esprime forza, agilità e resistenza.

    Taglia e peso

    L’altezza al garrese è di 64-68 cm nei maschi, mentre nelle femmine varia dai 60 ai 64 cm.

    Nei maschi il peso va dai 45 ai 50 kg, le femmine invece pesano circa 40-45 kg, sempre in rapporto alla taglia.

    Cani corso aspetto

    Proporzioni corporee

    Cane iscritto nel rettangolo, leggermente più lungo che alto (+11% rispetto all’altezza).

    La lunghezza della testa raggiunge il 36% dell’altezza al garrese.

    Testa e cranio

    Tanto larga quanto lunga, la testa è brachicefalica, con stop marcato e bozze frontali ben sviluppate.

    La fossa frontale è profonda con solco mediano ben visibile.

    Muso, occhi e orecchie

    Il muso è quadrato e ben più corto del cranio, con rapporto di circa 1 a 2. La canna nasale è dritta.

    Gli occhi sono di media grandezza, ben distanziati e in posizione sub-frontale.

    L’iride è più scuro possibile, in armonia con il mantello. Il suo sguardo è vivace e attento.

    Le orecchie sono triangolari, pendenti, di media grandezza, integre.

    Iil taglio di orecchie e coda è infatti assolutamente vietato per legge dal 1 novembre 2011.

    Collo e coda

    Il collo è robusto, muscoloso, lungo quanto la testa.

    La coda del Cane Corso è integra, inserita alta, grossa alla base, ed è portata alta, mai verticale o arrotolata.

    Mantello

    Il suo mantello è corto con la presenza di un leggerissimo sottopelo di tessitura vitrea.

    Oltre al nero, i colori possono essere grigio piombo, grigio ardesia, grigio chiaro, fulvo chiaro, rosso cervo, fulvo scuro, color grano scuro.

    Andatura

    Il Cane Corso predilige il trotto e il suo passo è allungato.

    Carattere del Cane Corso

    Forte, come il suo aspetto. È un eccellente cane da guardia, grazie all’attaccamento che nutre verso il suo territorio e il suo branco.

    È un bonaccione nei confronti della sua famiglia, docile e affettuoso, difficilmente attacca senza avere un motivo valido.

    cane corso verticale

    Necessita di un proprietario leader, che sappia essere fermo e gentile allo stesso tempo.

    Grida e aggressività non avranno buon esito su questo sensibile cagnolone.

    Un tono di voce normale ma deciso, unitamente a una buona gestualità, daranno grandi risultati.

    La grande intelligenza del Cane Corso gli permette di imparare un grande numero di comandi.

    Il Cane Corso non è adatto ad essere il primo cane della vita.

    L’inesperienza è probabile che renda il cane aggressivo e autoritario, oltre ad essere un pericolo al guinzaglio, per chi lo conduce e per gli altri, visto il peso generoso.

    Ama il contatto fisico, le carezze e passare il tempo con i suoi umani preferiti.

    Una corretta socializzazione, sia con persone che con altri animali, terrà sotto controllo il suo istinto di protezione che, se non controllato, potrebbe causare gelosie e attenzioni morbose.

    La socializzazione, adottata fin dai primi mesi, gli permette di vivere tranquillamente anche in presenza di bambini.

    La sua stazza, comunque, vuole che le interazioni vengano supervisionate da un adulto.

    È naturalmente diffidente verso gli estranei, sia bipedi che quadrupedi.

    Il Cane Corso vuole essere sempre al comando, cosa che gli riesce bene se non propriamente controllato dal suo proprietario, causando qualche possibile guaio.

    Cane corso

    Adattabilità

    Il Cane Corso è abituato, fin dagli albori, a vivere all’aperto.

    Nasce infatti come cane da caccia e da guardia, anche se si è trasformato negli anni in cane da compagnia.

    Ha quindi tutt’oggi bisogno di spazi aperti dove potersi muovere e sfogare in attività fisiche e mentali.

    La vita esclusivamente in appartamento non è consigliata per questa razza di cane.

    Il Cane Corso si affeziona molto al suo branco umano. Per questo, soffre il distacco se viene lasciato solo per molto tempo.

    Si potrebbe mitigare la solitudine dandogli la compagnia di un altro cane, in modo tale che possa fare meno caso all’assenza del proprietario.

    Come detto, il pelo del Cane Corso è corto con un leggero sottopelo, questo fa sì che possa vivere tranquillamente all’aperto durante tutto l’anno.

    Naturalmente nei mesi più freddi, è necessario gli si metta a disposizione un riparo caldo e asciutto.

    La stessa cosa avverrà nei mesi più caldi dell’anno.

    A dispetto della mole regge bene le temperature calde, ma ha bisogno di ripararsi dal sole cocente e di avere naturalmente a disposizione acqua fresca.

    Cura e aspettative di vita

    Una spazzolata a settimana, due o più durante i periodi di muta, consentiranno di gestire egregiamente la perdita di pelo nel Cane Corso.

    Fazzoletti alla mano, perché questa razza ha una moderata perdita di bava, soprattutto quando abbaia ed è in stato di agitazione.

    Problema questo che si annulla, insieme ai peli morti, se il cane vive all’aperto.

    Come tutti i cani di taglia grande soffre di patologie legate alle articolazioni e all’apparato scheletrico come:

    • displasia dell’anca;
    • displasia del gomito.

    Può essere soggetto anche a:

    È fondamentale prevenire, con un’adeguata alimentazione e una vita attiva, sovrappeso e obesità.

    Queste condizioni potrebbero aggravare le patologie alle quali è più soggetto.

    Il Cane Corso gode in generale di buona salute.

    Con controlli periodici dal Medico veterinario, una corretta alimentazione e attività fisica (lontana dai pasti), vive in media 14 anni.