Parassiti gastrointestinali: tutti i cani e gatti possono contrarli?

0
parassiti gastrointestinali_veterinario con cane e gatto

Con i necessari distinguo correlati al ciclo biologico di ciascun parassita, la risposta è sì, tutti i cani e gatti sono esposti al rischio di contrarre parassiti gastrointestinali.

I cani per le loro caratteristiche hanno necessariamente accesso all’ambiente esterno o vivono stabilmente in ambiente esterno e quindi sono tutti sempre esposti al rischio di infestazione.

Quanto ai gatti, solo il 10% di essi è strettamente indoor e la maggior parte di quelli considerati “casalinghi” per alcuni periodi dell’anno o momenti della giornata escono di casa.

Inoltre, non deve essere assolutamente dimenticata la possibilità di convivenza con il cane che può veicolare all’interno dell’ambiente domestico parassiti comuni a entrambe le specie (Toxascaris leonina) od ospiti intermedi in grado di infestare il gatto stesso (pulci nel caso di Dipylidium caninum).

Infine, deve essere considerata l’eventuale attitudine predatoria che espone i gatti alle parassitosi a ciclo indiretto in cui la loro preda è l’ospite intermedio, come pure al rischio dei cosiddetti ospiti paratenici, che fungono da carrier delle forme infestanti.

La convivenza di più cani e gatti contribuisce la diffusione dei parassiti gastrointestinali?