La personalità del cane coincide con quella del suo proprietario?

Il concetto di personalità non è una prerogativa della sola specie umana. Oggi, infatti, grazie a numerose ricerche è stato dimostrato che anche il cane ha una propria personalità.

personalità del cane

Il termine personalità deriva dal latino “personalitas” che a sua volta ha origine dalla parola latina “persona” che significa “maschera”. Valutare la personalità del cane e degli altri animali è piuttosto complesso sia dal punto di vista metodologico che interpretativo.

Lo studio sulla personalità del cane e dei proprietari

Secondo uno studio americano, i cani e i proprietari tenderebbero ad agire nello stesso modo, quindi si assomiglierebbero. I ricercatori hanno studiato la personalità dei cani e dei loro proprietari utilizzando un questionario standardizzato, relativo a personalità, salute e comportamento del loro animale, a cui hanno risposto 1.681 proprietari di cani.

Cosa è emerso dallo studio?

In base ai risultati, cani e proprietari condividerebbero diversi tratti di personalità: le persone più estroverse tendevano ad avere cani che descrivevano come più attivi/eccitabili, mentre i padroni socievoli, coscienziosi e mentalmente aperte tendevano ad avere cani meno timorosi, più attivi/eccitabili e meno aggressivi verso le persone e gli animali, per contro, i proprietari più nevrotici tendevano ad avere cani più paurosi e anche meno reattivi all’allenamento.

Quindi giusto dire “tal cane tale padrone”?

Secondo una ricerca condotta all’Università di Vienna, si potrebbe dire di sì: a oltre 100 proprietari di cani è stato somministrato un questionario sul loro cane e su loro stessi.

I proprietari sono stati suddivisi in 5 categorie: persone coscienziose, nevrotiche, estroverse, gradevoli e mentalmente aperte.

Successivamente cani e proprietari sono stati testati affrontando alcune situazioni stressanti, come il camminare su ponte a rete metallica o su una piattaforma traballante.

Gli studiosi hanno misurato il livello di cortisolo salivare di entrambi, e questa analisi ha mostrato che i cani sono sensibili agli stati emotivi dei loro proprietari e possono rispecchiare le loro emozioni: le persone nevrotiche avevano cani più nervosi, quelle mentalmente aperte avevano invece cani padroni della situazione.

FONTE: La Settimana Veterinaria